Nba: Altra tripletta azzurra, vincono Raptors, Knicks e Hornets

Nba: Altra tripletta azzurra, vincono Raptors, Knicks e Hornets

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

BOLOGNA, 20 NOV. – Altra serata magica per gli italiani d’oltreoceano che conducono le loro rispettive squadre a tre importanti vittorie. Seconda vittoria consecutiva per i Toronto Raptors del mago Bargnani, che tra le mura amiche confeziona un’altra prestazione da leader realizzando 26 punti (reduce dai 30 contro i Sixers) e 6 rimbalzi, con un paio di schiacciate devastanti. Houston resta in partita fino al terzo periodo, poi deve arrendersi ai canadesi. Luis Scola,il più in forma dei texani, perde lo scontro con l’italiano (19 punti per lui) mentre Martin gioca finalmente una partita delle sue(31 punti). Per Toronto da segnalare la buona prova della panchina di coach Triano, che regala punti ed aggressività, Kleiza(17 pt)fra tutti e Johnson (10) contribuiscono al successo. Tra i titolari bene Weems(13 pt) ed il solito Derozan(15).

Raptors-Houston: 106- 96

New York ormai adora Gallinari, ed il milanese ricambia con un’altra gara da veterano. A referto mette 23 punti, di cui 3 tiri dalla distanza in momenti cruciali. Contro Golden State i Knicks rialzano un po’ la testa, dopo la striscia negativa di 6 sconfitte, con la seconda vittoria di fila portando a 5-8 il parziale di stagione. Gara spettacolare, nella quale non brillano le difese, Stoudemire  timbra il cartellino con 26 punti ,11rimbalzi e 2 stoppate, per lui ordinaria amministrazione, mentre fa gli straordinari il play Felton, ottimo acquisto per New York, che realizza 35 punti con un 13-17 dal campo, e 11 assist.  I Warriors provano a risalire nel quarto periodo, con uno straripante M.Ellis che raggiunge nuovamente i 40,frutto da tiri da tre, jumper e penetrazioni con schiacciate, insomma in qualsiasi modo. Bene anche S.Curry, ormai non più una sorpresa la guardia di Golden State in costante crescita, 29 punti.

Golden State-New York: 119- 125

[ad#Cpx Popunder]

Non si ferma più New Orleans,raggiunge la decima vittoria di stagione contro  Cleveland. Belinelli ha trovato la sua isola felice:una squadra che lo aiuta, un coach che ha fiducia in lui e la testa della Western Conference. Sono 20 i punti (3 bombe dalla lunga) per lui con 5 assist nei 32 minuti alla N.O Arena. La guardia italiana, sempre titolare quest’anno, è stata assistita dall’ ottimo West (34 pt) e dalla stella Paul, solito lavoro sporco per Okafor, panchina come al solito corta. I Cavaliers reggono un tempo, poi pagano la giornata negativa dei titolari Varejao, Moon e Parker( 21 pt in totale per loro), e danno veloce spazio alle riserve (Jamison non dovrebbe esserlo in questa squadra).

[ad#Cpx Banner]

New Orleans-Cleveland: 101-108

Vlady La Greca

Leave a Reply

Your email address will not be published.