Lavezzi esalta il Napoli, Mazzarri sfida la Lazio

Lavezzi esalta il Napoli, Mazzarri sfida la Lazio

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

CAGLIARI, 11 NOV. – Finisce con una disfatta per i rossoblu la partita più sentita dai tifosi sardi. Infatti quando il Napoli arriva al Sant’ Elia si sente sempre un clima da derby, i giocatori lo sanno e se ne rendono conto, il settore ospiti finisce sempre per essere vuoto, causa motivi di ordine pubblico.

Non si può parlare di una bella partita, sopratutto come quelle che queste due squadre ci hanno abituato a vedere nelle ultime stagioni. Esiste però un filo conduttore che lega le ultime sfide tra Cagliari e Napoli, ed è il colpo di scena finale, la disfatta per una delle due antagoniste che arriva sempre ad un secondo del fischio finale.

I sardi sembrano meno lucidi in attacco del solito, poche occasioni da rete, solo una veramente nitida. Il Napoli ci prova di più, ma trova un ottimo Astori in difesa e cerca di non scoprirsi per evitare i contropiede rossoblù guidati da Cossu.

Al 93′ si decide tutto. Pinardi si procura un ottimo calcio di punizione al limite dell’area napoletana. Tutti in area tranne Nainggolan, Biondini batte servendo proprio il giocatore belga per cercare la botta da fuori area, con la convinzione che essendo agli sgoccioli dei minuti di recupero l’arbitro fischiasse la fine non appena la palla fosse stata recuperata dai napoletani.

Invece il tiro di Nainggolan viene ribattuto, l’arbitro non fischia la fine e il Napoli riparte in contropiede, Cavani serve Lavezzi che con un destro potente e preciso infila Agazzi e regala tre punti d’oro a partenopei.

Il Cagliari si lecca le ferite, se pur allenatore e presidente non sembrino amareggiati, ma soddisfatti del gioco espresso, il Napoli si gode il terzo posto e torna dalla Sardegna con una motivazione in più.

Marco Valerio Loi

[ad#Aruba Banner][ad#Cpx Popunder]

Leave a Reply

Your email address will not be published.