VIRTUS BOLOGNA, COLPO GOBBO BIANCONERO A TERAMO. RIMONTA MOZZAFIATO DOPO UNA PARTITA AD INSEGUIRE.

VIRTUS BOLOGNA, COLPO GOBBO BIANCONERO A TERAMO. RIMONTA MOZZAFIATO DOPO UNA PARTITA AD INSEGUIRE.

TERAMO, 2 OTT. – Impresa bianconera al fotofinish in quel di Teramo dopo una settimana all’insegna dell’ “proviamoci” che aveva sfumature di fatalismo ineluttabile. Lino Lardo invece la porta a casa espugnando il Palascapriano con l’arma che ogni allenatore vorrebbe sempre vedere in campo: la difesa. Dura e duttile, pronta a cambiare in corsa e ad adattarsi all’avversario. Per l’attacco poi, ci pensano gli americani Moss e Hurd, che essendo degli ex conoscono meglio il parquet.

PARTITA SEMPRE AD INSEGUIRE- Inizialmente il match si gioca sul copione che ci si aspettava. Quelli di Teramo che corrono a mille e la Virtus che insegue. Il piano partita di Lardo era quello di cercare di impedire agli abruzzesi di correre in contropiede. Ma va a farsi benedire dopo appena 3 minuti. 11-5 per Teramo e time out Lardo.

Il Coach deve rallentare il gioco e la Virtus indottrinata rientra nel modo migliore. Cambia più volte assetto in difesa e ingolfa l’attacco di Teramo. Poeta forza tre conclusioni, l’impegno infrasettimanale dei padroni di casa si fa sentire e il ritmo partita cala con conseguente beneficio delle Vnere. Addirittura Blizzard in questo frangente torna ad essere decisivo. Segna 3 triple per 9 punti e regala egregi spunti anche in fase difensiva. Nonostante ciò, la Virtus è sempre dietro. Il risultato è un elastico in cui il punteggio non è mai in favore dei bianconeri che non riescono a piazzare il break del sorpasso.

RINCORSA LUNGA TRE QUARTI- Nel terzo quarto la Tercas tenta un altro allungo per la fuga grazie a Travis Diener e Jones che trovano il +9. E’ a quel punto che si sveglia l’ex David Moss con i suoi guizzi e la squadra lo segue grazie ad un redivivo Maggioli e agli sprazzi di classe di Dusan Vukcevic. Più volte le Vnere vanno sotto di appena 3 punti. Ma non basta perché Amoroso li ricaccia sempre indietro e l‘ultimo periodo si apre con la Virtus sotto di 6 lunghezze. (63-57)

DIFESA, DIFESA- Nell’ultima frazione però cambia tutto. Lardo prova con una difesa 3-2 che manda in completa empasse la Tercas. I padroni di casa sono in riserva e la Virtus capisce che si può tentare il colpaccio esterno. L’arma che permette alle V nere di paralizzare l’attacco abruzzese è naturalmente la Difesa. Vera impronta che Lardo ha il merito di aver impresso sulla squadra. Le Vnere limitano alla miseria di 10 punti in 10′ la formazione di casa e nel parzialone decisivo di 0-9 che ribalta la gara c’è lo zampino di Koponen, Sanikidze ma soprattutto dei due ex. Moss pareggia a quota 63 e Hurd mette la tripla pazzesca del sorpasso 63-66. Teramo perde completamente lucidità in attacco e le forzature si alternano alle palle perse. Negli 8 minuti decisivi il fatturato è di appena sette punti.

Amoroso, il migliore dei suoi, accorcia a -2, ma poco dopo si macchia di un antisportivo che vale alla Virtus l’ipoteca sul match (64-68). Punto esclamativo di Sanikidze nel finale: stoppatona sulla preghiera disperata da 3 di Diener che manda la palla in tribuna. Teramo che ha sempre condotto perde in casa.

Questa Virtus vive e muore sulla sua difesa. Aspettando la stella di Collins che dovrebbe dare smalto anche all’attacco (ieri male Penn, appena 2 punti) Bologna centra la terza vittoria su 4 e si toglie lo sfizio del primo colpo esterno con una delle pretendenti più pericolose per i playoff.

Forse la Virtus di Lardo non sarà mai bella ma ha spirito e sembra che non molli mai.

BANCA TERCAS TERAMO-VIRTUS BOLOGNA 66-69

BANCA TERCAS TERAMO: Hoover 2, Jones 14, Poeta 7, Amoroso 18, Martelli ne, Marino, Lulli 2, Cerella, Thomas 3, Diener 9, Stanescu 4, Jurak 7. Allenatore: Capobianco

VIRTUS BOLOGNA: Penn 2, Koponen 6, Blizzard 9, Baldi ne, Moraschini ne, Fajardo 5, Sanikidze 7, Maggioli 2, Moss 15, Fontecchio ne, Vukcevic 7, Hurd 16. Allenatore: Lardo

Marco Spano

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.