IL PUNTO SULLA SERIE A, 10A DI CAMPIONATO: JUVE STRARIPANTE, MILAN SBADATO

IL PUNTO SULLA SERIE A, 10A DI CAMPIONATO: JUVE STRARIPANTE, MILAN SBADATO

(A cura di Alessandro Petralia) Turno infrasettimanale ricco di gol ed emozioni per questa decima giornata di campionato appena conclusasi in attesa del posticipo che vedrà impegnata l’Inter di Mourinho contro il Palermo di Zenga. Luci puntate sull’Olimpico di Torino per il big match tra Juventus e Sampdoria che non ha deluso le aspettative dei tifosi, quelli torinesi almeno: la Juve rimaneggiata di Ciro Ferrara si è infatti imposta sontuosamente per 5 a 1 grazie alla doppietta del ritrovato Amauri ed alle reti di Camoranesi, Chiellini e Trezeguet intervallate dal vano gol del mascherato (causa infortunio al setto nasale) Pazzini.

Diverso lo spettacolo andato in scena al San Paolo di Napoli: un Milan attento, concentrato e spietato, in continuità con le ultime uscite, atterrisce il Napoli in casa sua grazie ad uno splendido primo tempo coronato dalle reti di Pato ed Inzaghi. L’undici rossonero della ripresa è tuttavia la copia sbiadita di quello ammirato nel primo tempo; ritmo lento e bassa concentrazione consentono al Napoli di rientrare in partita in un finale da brividi: al 90’ minuto è una gran rete dalla distanza di Cigarini ad accorciare le distanze mentre è un’incornata dell’argentino Denis al terzo minuto di recupero a mandare in estasi il San Paolo per un pareggio dai toni epici.

In mezzo alla classifica spiccano la sconfitta per 2 a 1 ad Udine della Roma, colpita da Floro Flores, tenuta a galla da De Rossi e definitivamente affondata dalla doppietta personale di Floro Flores e, col medesimo risultato, della Fiorentina a Marassi contro il Genoa. In coda il Catania si complica la vita, sconfitto in casa nello scontro salvezza contro il Chievo, mentre Bologna e Livorno possono usufruire di una vera e propria boccata d’aria grazie alle vittorie contro Siena e Atalanta. La Lazio è fermata in casa da una papera del giovane portiere Muslera, che ha propiziato il gol e l’insperata vittoria del Cagliari.

Top e Flop – Tra i top di giornata non si può non segnalare Amauri, che con una fantastica doppietta riconquista di prepotenza il ruolo di trascinatore dell’attacco bianconero; segue un altro brasiliano, quel Nelson Dida che dopo la serataccia di Madrid ha trovato la forza di reagire ed a Napoli si è rivelato in grado di tenere a galla il Milan con parate straordinarie e ripetute che hanno evitato il capitombolo del Diavolo. L’altro posto al sole va ad un gregario come Marcolini, che dopo aver fallito un rigore decisivo si è fatto perdonare trovando il gol ancor che manda al tappeto il Catania.

Deciso flop per Muslera, che non trattiene un’elementare punizione dai trenta metri consegnando la palla a Matri per il gol partita; flop anche per Ronaldinho, mai presente nelle azioni pericolose del Milan e sostituito dall’allenatore Leonardi.

[ad#Google Adsense Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.