CRACK FORTITUDO, SACRATI CERCA UNA SOLUZIONE MA PUO’ ESSERE TROPPO TARDI

CRACK FORTITUDO, SACRATI CERCA UNA SOLUZIONE MA PUO’ ESSERE TROPPO TARDI

Neanche ieri il patron della Fortitudo ha pagato la sua rata del mutuo (circa 800 mila euro) sul PalaDozza. Sacrati ha tempo ancora fino alla mezzanotte di oggi per aprire il portafogli o trovare garanzie, ma di speranze ne restano poche.

BOLOGNA, 16 OTT.Il presidente della Fortitudo ha fatto sapere in una nota: “Abbiamo fatto eseguire un perizia tecnico-valutativa sul PalaDozza, dalla quale sono usciti degli elementi che sentiamo la necessità di approfondire con i responsabili tecnici del Comune, che oltretutto sono i medesimi di quando venne firmata la Convenzione. In relazione alla scadenza di pagamento, in data odierna abbiamo presentato al Credito Sportivo una fidejussione di importo pari a 950.000 euro, ovvero superiore alle rate ad oggi dovute. Vogliamo però risolvere il problema una volta per tutte, per evitare il protrarsi di questa situazione che non giova a nessuno. Chiediamo pertanto di poter proseguire immediatamente il dialogo col Comune, in base alla perizia tecnico-valutativa da noi eseguita e ad un eventuale accertamento tecnico preventivo ulteriore, da effettuarsi nelle sedi opportune, dichiarandoci disponibili a discutere ogni ulteriore possibilità di gestione e/o acquisto del PalaDozza, sicuramente più conveniente rispetto al mantenimento dello status quo”.

L’assessore allo sport Maurizio Degli Esposti ha commentato «Ho personalmente compiuto una verifica e il Credito sportivo alle 18,30 non aveva ricevuto nessuna fideiussione. Solo una lettera di Sacrati con allegato un modulo in bianco. Vi si dice che domani (oggi, ndr) verrà inviata la fideiussione. Se ciò non avviene saremo costretti a saldare il Cs, con grande rammarico, perché pagheremmo il debito di una società con soldi pubblici. E´ un enorme dispiacere anche perché la legge ci costringerà a rivalerci sulla Fortitudo.

Tutto dunque deve risolversi in poche ore.

Giusy Gullo

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.