Amy Winehouse, una vita in bilico dal 2007

Amy Winehouse, una vita in bilico dal 2007

LONDRA, 27 LUGLIO – Una vita in bilico, quella di Amy Winehouse, già dal 2007. Dopo la morte della cantante inglese, scomparsa prematuramente per un cocktail fatale di alcool e droga, il video che la ritrae sbronza ed impacciata sul palco di Belgrado lo scorso giugno è tornato ad essere uno dei più cliccati.

Del resto solo un mese fa mi ritrovavo qui a scrivere della bruttissima avventura di questa talentuosa artista, che era apparsa davvero in condizioni pietose durante una tappa del suo tour, immediatamente annullato.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Aruba PopUnder][ad#Juice Overlay]

Nelle ultime ore, infatti, sui portali sono stati presi d’assalto i video della cantante, molti dei quali mostrano una ragazza dalla forte personalità e vocalità, ma quasi mai in forma perfetta.

Era così 4 anni fa a Berlino e a Milano, dove il suo live partì alla grandissima per poi avere delle stonature nel finale.

Ma nonostante tutto questo Amy era un animale da palcoscenico, una talento naturale che non sbagliava una nota, capace di conquistare con la sua voce, unica e particolare, tantissime persone. Oggi dopo la sua morte tutti sembrano “venerarla”, tutti sono pronti a gridare il suo nome, molti dei quali l’hanno lasciata sola proprio in quei momenti in cui forse la sua voce gridava un segnale d’aiuto. Aiuto che non è stato affatto recepito, basti pensare all’annuncio di un tour, pochi mesi fa, su cui tanto hanno scritto e detto male. Un tour, che l’ha mostrata fragile, sola e completamente fatta nell’unica data, quella appunto di Belgrado, dove è stata derisa e fischiata da pubblico e coristi. Quelle stesse persone che oggi sono li a commemorarla.

Di lei resterà il suo talento, i suoi due album, due perle di musica jazz pop, che le hanno permesso di vendere milioni di copie e ben 5  Grammy Awards e la sua inimitabile voce.

Rehab è stato il suo più grande successo, una canzone che forse più di tutte raccontava di lei e della sua solitudine.

Emanuele Ambrosio

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.