TV | Zelig ritorna su Canale 5 con un grande debutto, Paola Cortellesi

TV | Zelig ritorna su Canale 5 con un grande debutto, Paola Cortellesi

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

BOLOGNA, 11 GENNAIO – Paola Cortellesi, nota attrice 37enne romana, debutta Venerdì sera alle 21.10 su Canale 5 come conduttrice femminile di Zelig, ormai da anni noto programma comico. Accanto alla Cortellesi sul palco vi sarà il noto conduttore Claudio Bisio, confermato anche per questa edizione capocomico.

Zelig quest’anno compie 25 anni e gli autori del programma, Gino e Michele, hanno voluto per questa edizione un cast d’eccezione. Saranno tante le sorprese di questa edizione e tanti i comici che si alterneranno sul palco: Paolo Villaggio, Gene Gnocchi, Enrico Brignano, Enrico Bertolino, Teresa Mannino, Ficarra e Picone.

Gli autori del programma a proposito della 25esima edizione dicono:
“Quest’anno ci sarà più satira politica perché abbiamo avuto delle buone proposte in questo senso. Nelle scorse edizioni la satira era stata un po’ tenuta in disparte proprio perché non avevamo trovato nulla di interessante”.

Paola Cortellesi debutterà a Zelig vestendo i panni di Letizia Moratti, sindaco di Milano. La giovane attrice dice: “Ma non sono qui per fare la presentatrice classica, quella che dice ‘Signori buona sera ecco a voi..’. Sono un’attrice, continuerò a fare il mio lavoro: a Zelig mi è stato chiesto di portare qualcosa di nuovo ed è quello che farò».

Paola Fici

One Response to "TV | Zelig ritorna su Canale 5 con un grande debutto, Paola Cortellesi"

  1. antonio  2011/01/28 at 23:13

    Io adoro Paola Cortellesi. Ma non capisco perchè sia stata ingaggiata per zelig. E’ evidente che non sta bene, sembra uno scheletro. Anche nel caso che lei creda di sentirsi in forma, non è un buon esempio per le ragazze che guardano la televisione. Almeno copritela, in modo che diventi presentabile.
    Ho una figlia che ha avuto disturbi alimentari, e resto sconvolto quando vedo gli scheletri in televisione, quasi messi li come esempio da imitare.
    La stessa cosa si potrebbe dire per certe immagini spaventose di modelle anoressiche sulle riviste alla moda.
    Gli editori dovrebbero proibire certe cose. Anzi, dovrebbe essere la Legge a punire chi indirettamente promuove come bellezza gli scheletri anoressici.
    Grazie, con la speranza che serva a qualcosa…

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.