Coronavirus: come comportarsi in ascensore

Sono in molti a chiedersi come comportarsi in ascensore in questo periodo di forte contagio da Coronavirus. Quali sono le misure di sicurezza da adottare?  E’ bene fare chiarezza su questo aspetto che non è stato approfondito molto.

Come comportarsi in ascensore?

Di norma sarebbe meglio evitare in questo periodo l’ascensore. In un condominio sono molti a usarlo e il rischio di contagio in luoghi simili è particolarmente elevato. Purtroppo, non sempre questo è possibile: se si abita ad un quarto piano, o si deve riportare la spesa o salire un  passeggino, l’ascensore è indispensabile. Lo stesso dicasi per gli anziani. In questi casi è bene seguire alcune norme. I vani di questi apparecchi, molto spesso sono angusti e risulta difficile mantenere la distanza di sicurezza di un metro. E’ comunque sempre consigliato usare mascherini e guanti di lattice, quando si entra dentro una cabina.

In particolare, l’uso dei guanti è assolutamente necessario. Infatti, il Coronavirus, a differenza di quello della tubercolosi, non resta sospeso nell’aria, ma cade sulle superfici. Ciò significa che si rischia di essere infettati toccando la pulsantiera o la superficie dell’ascensore. Per lo stesso motivo, una volta tornati a casa è consigliabile lavarsi subito le mani.

Come comportarsi con altre persone

Cosa succede, invece, se dobbiamo entrare in ascensore con altre persone? Se gli altri soggetti indossano la mascherina chirurgica non si corre nessun pericolo perché protegge entrambi. Se, però, l’altra persona porta quella con la valvola o se non la indossa proprio, allora meglio salire dopo da soli. La valvola, infatti, ha un flusso monodirezionale, cioè filtra solo ciò che entra dentro la maschera e non quello che esce. Questo significa che se chi la indossa è già infettato, il suo respiro può arrivare agli altri e contagiarli.

Seguire queste norme è fondamentale in questo momento perchè è necessario che tutti diano una mano, in una situazione di profonda difficoltà, come quella che stiamo vivendo ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.