Eventi gratuiti a Bologna, ecco gli appuntamenti da non perdere

Eventi gratuiti a Bologna, ecco gli appuntamenti da non perdere

Pochi soldi in tasca e tanta voglia di divertirti? Ecco il programmino che fa per te. Ah, chiaro: poi da inizio mese c’è sempre l’opzione del Museo, gratuito per i ‘civici’ nel primo weekend dei nuovi trenta giorni del calendario. Nell’elenco? La Pinacoteca di Bologna su tutti, poi c’è Palazzo Pepoli, il Museo Etrusco.

Insomma, c’è da divertirsi. Anche e soprattutto al Museo e Biblioteca della Musica e al Civico del Risorgimento. Tante chance di passare un’incredibile giornata. Ovviamente, tutto rigorosamente senza prezzo.

 

MASSIMO FAGNONI

Via Gorski, venerdì 19. La biblioteca Corticella ospita Massimo Fagnoni, scrittore e romanziere che presenta il suo nuovo giallo dal titolo ‘Il bibliotecario di via Gorki’. Con lui, Davide Pappalardo, scrittore, e la letture a cura di Marco Piovella. Di cosa parla il libro? Della storia di Davide Ciampi, con due figli e una moglie commercialista che però ha smarrito l’amore nei confronti del marito. Davide si rifugia spesso nell’amico, nell’unico amico che ha: è un commerciante ambulante nord africano. Che scompare, misteriosamente, senza lasciare tracce. Nessuno se ne preoccupa, tranne Davide. E partirà alla ricerca dell’amico.

DESTINO E REINCARNAZIONE

Interessante e anche divertente. “Destino e reincarnazione nel mondo antico: Medio Oriente e Antica Grecia”, ecco il titolo della conferenza a cura di Luca Valentini. Che parte dalla spiritualità arcaica e mediterranea e scova il significato del termine Destino. Da quest’idea, poi, si va al concetto romano di Fatum, quindi al termine ‘reincarnazione’ o ‘trasmigrazione’. All’interno del seminario verrà discusso il mito platonico di Er, il Libro egizio degli Inferi e le tavolette d’oro orfiche interpretate dal grecista Angelo Tonelli. Insomma, davvero da non perdere. Una domanda per invogliarvi: la vita può essere considerata un insieme di casualità? Se volete la risposta, correte numerosi.

GATTO CON GLI STIVALI

Ventisette gennaio, giorno importante nel calendario. Ma non solo per la memoria, anche per ‘Il gatto con gli stivali’. E sia chiaro: ci sono i dovuti distinguo, ma questo classico dell’animazione giapponese merita una piccola rivisitazione. La storia, presa dall’omonima fiaba di Perrault, è quella di un gatto spadaccino di nome Pero che viene condannato a morte dal tribunale dei gatti per la sua magnanimità nei confronti dei topi. La sua storia fa da sfondo a quella di Pierre, un ragazzo senza famiglia che brama fortuna: l’animale spadaccino aiuterà allora Pierre a salvare la bella principessa Rose da Lucifer, un orco che può cambiare forma quando vuole. La visione è in italiano, l’ingresso è gratuito ma con prenotazione.

PALLONCINO ROSSO

Conoscete la storia del palloncino rosso? E’ quella di un’associazione che aiuta i bambini e le loro famiglie in estrema povertà, di nome ‘le ballon rouge’, appunto ‘pallone rosso’. Ecco, qui se potete – e se ne avete – portate i vostri figli: merenda per loro e aperitivo con i grandi. I bambini saranno i primi volontari della prossima missione, attraverso la creazione di un pannello che poi verrà messo nella scuola Jole Barroncini. In sostanza: piccolo spettacolo musicale riguardante il libro di Albert Lamorisse, un laboratorio creativo, pausa aperitivo e poi la presentazione dell’associazione. Evento libero, e che fa bene.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.