CINEMA | Che Bella Giornata: Recensione e trailer del film

CINEMA | Che Bella Giornata: Recensione e trailer del film

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

BOLOGNA, 11 GENNAIO – Una bella giornata è l’altra faccia della medaglia del cinepanettone, quella in cui gli attori recitano, vestiti, un copione che non parla di aspiranti cacciatori di avventure piccanti ma di meridionali veraci trapiantati al Nord. La trama è solo il pretesto che serve a dare il via alle gag di Checco Zalone (nei panni del personaggio omonimo), il giovane pugliese che, dopo essere riuscito a farsi assumere come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano, riesce solo a combinare un disastro dietro l’altro. La formula della contrapposizione tra l’efficientismo  un po’ snob del Nord e la cialtroneria e il nepotismo del Sud si conferma vincente dopo il collaudo di Cado dalle nubi: l’inettitudine del protagonista manda in visibilio il pubblico in cerca di facile evasione.

Zalone, la nuova stella del cinema comico italiano lanciata sulla scena dal programma televisivo Zelig, con la sua comicità grossolana ma efficace intrecciata a una galleria infinita di luoghi comuni, garantisce il tutto esaurito in sala, dove si ride all’unisono a ritmo delle sue gaffes. Quando la bella Farah (Nabiha Akkari) lo seduce per cercare di organizzare un attentato ai danni del Duomo meneghino, gli stereotipi nazionali si mescolano ai pregiudizi sulla cultura islamica in un crescendo di malintesi culturali, linguistici e culinari, involontariamente amplificati dall’intervento del padre di Checco, Nicola (Rocco Papaleo).

Divertimento garantito per chi ama ridere dei vizi e delle virtù dell’italiano medio.

Guarda il trailer

[youtube width=”610″ height=”344″]http://www.youtube.com/watch?v=AZ3dKcXw2co[/youtube]

Sara Marini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.