MILANO, L’ONDA NON SI ARRESTA: GLI STUDENTI IN PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE

MILANO, L’ONDA NON SI ARRESTA: GLI STUDENTI IN PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE

[ad#Google Adsense Banner City]

MILANO, 18 NOV. – Momenti concitati e di alta tensione davanti al Palazzo di Giustizia di Milano, in via San Barnaba.

Forze dell’ordine in tenuta antisommossa, si teme che l’Onda possa tentare di sfondare. Fin da questa mattina circa un centinaio di studenti protesta contro l’arresto degli universitari che ieri hanno partecipato alla manifestazione per la giornata internazionale per il diritto allo studio.
Matteo Tunesi e Giammarco Peterlongo, in attesa che l’udienza per direttissima a loro carico inizi, sentono dalle finestre del Tribunale la solidarietà e il sostegno degli altri ragazzi che, come loro, da un anno a questa parte lottano contro la Riforma Gelmini.
Gli slogan che in queste ore animano via San Barnaba risuonano forti anche nel resto della penisola: “Liberi tutti” e “Assassini”; “E adesso manganellateci tutti”, “La vostra repressione non fermerà la nostra ribellione. Jimmy e Teino liberi subito”.
L’Onda non lascia indietro nessuno, l’autunno caldo è di nuovo alle porte in tutta Italia.

Giuliana Sias
[ad#Google Adsense 234 x 60 Right]

Leave a Reply

Your email address will not be published.