Ravenna, servono strutture ricettive per alloggiare volontari Covid-19

L’emergenza Covid-19 prosegue e anche l’impegno, costante e quotidiano, dei tanti volontari della Pubblica Assistenza Città di Ravenna Odv non accenna a diminuire nonostante le difficoltà con le quali ognuno è obbligato a scontarsi nel contesto di una situazione tanto imprevedibile quanto dura da affrontare.

Covid-19, un aiuto per i volontari d Ravenna

Mentre la Pubblica Assistenza prosegue nella sua opera, emergono nuove esigenze dettate dal momento: “Tra le tante necessità di questi giorni – spiega la presidente Angela Gulminelli – ne sta emergendo una che dovremo cercare di risolvere nel più breve tempo possibile e per la quale abbiamo davvero bisogno della disponibilità di tutta la cittadinanza. Molti dei nostri volontari hanno difficoltà a dare il loro contributo senza rischiare di mettere a repentaglio le rispettive famiglie. Purtroppo i nostri operatori sono costantemente a rischio infezione e se consideriamo che il Coronavirus ha una facilità di trasmissione elevatissima, si possono comprendere le remore di coloro che vorrebbero dare una mano ma che, allo stesso tempo, temono poi di portare il virus dentro le loro case“.

Da qui l’urgenza di trovare spazi in grado di accogliere gli operatori della Pubblica Assistenza che vogliono continuare ad impegnarsi: “Lanciamo un appello – dice ancora la presidente – a tutta la città e il territorio: chi può mettere a disposizione case sfitte, appartamenti non utilizzati, seconde case, stanze di alberghi e pensioni, può segnalarcelo. I nostri volontari cercano alloggi dove dormire e riposarsi gratuitamente senza mettere a rischio figli, coniugi ed anziani che convivono nelle stesse case. Teniamo presente anche che gli operatori spesso sono costretti alla quarantena per esser stati a contatto con pazienti positivi“.

Volontari senza più protezioni

Nell’occasione è doveroso ribadire l’appello lanciato nei giorni scorsi: La Pubblica Assistenza di Ravenna sta esaurendo tutte le scorte di DPI, Dispositivi di Protezione Individuale, e per questo motivo si chiede a cittadini, studi professionali e aziende di mettere a disposizione, se possibile gratuitamente, questo materiale. Preghiamo tutti di condividere questo appello sui social e su ogni piattaforma di comunicazione, pubblica e privata.

Si ricorda inoltre che è possibile sostenere la Pubblica Assistenza Città di Ravenna con un versamento sull’IBAN IT14A0627013181CC0810004858 o attraverso una delle diverse modalità indicate sul sito dell’organizzazione pubblicaassistenza.ra.it (link diretto: http://www.pubblicaassistenza.ra.it/donazioni-covid-19/).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.