CERVIA, AMICI IN LACRIME PER ELISA SARTINI. L’AUTOPSIA CONFERMA: “E’ ANNEGATA”

CERVIA, AMICI IN LACRIME PER ELISA SARTINI. L’AUTOPSIA CONFERMA: “E’ ANNEGATA”

MILANO MARITTIMA, 5 NOV.Una disattenzione fatale e il pick-up è finito nel Canalino. Davide, che probabilmente era alla guida, se l’è cavata con lievi conseguenze. Invece la fidanzata, che gli sedeva accanto, non ce l’ha fatta. Sarà l’autopsia a stabilire se la 24enne Elisa Sartini sia morta per le lesioni riportate nell’uscita di strada o, come appare ben più probabile, per annegamento. Aveva solo 24 anni, Elisa, e abitava a Cervia nel quartiere Malva Nord.

Elisa Sartini e Davide Mariano, 29 anni, di Castiglione di Cervia, erano innamorati da tempo. Una storia che si è interrotta tragicamente ieri notte, poco dopo le 3.15, in quello che in Romagna è conosciuto come il Canalino, accanto alla Prima Traversa di Milano Marittima. Avevano trascorso la serata assieme, incontrando amici. Poi, a bordo di un pick-up Mitsubishi L200 intestato all’impresa edile del padre di Davide, hanno raggiunto la Prima Traversa.

Quella è una zona in cui si arriva solo passando dalla Seconda traversa, lungo la stradina sabbiosa alle spalle degli stabilimenti balneari. La stradina finisce in uno spiazzo, anche quello sabbioso, proprio accanto al Canalino. E’ un luogo ben conosciuto dai surfisti, come Davide Mariano; pare che, quando c’è mare mosso, siano molti gli appassionati che si ritrovano nello spiazzo per ammirarlo e fantasticare sulle onde più alte.

L’altra notte il mare era molto mosso e quasi senz’altro è stato proprio questo il motivo che ha spinto i due fidanzati con il pick-up fino ai margini del Canalino. In questi frangenti, probabilmente durante una manovra di retromarcia, l’auto è uscita dallo spiazzo sabbioso, ha superato la stretta banchina in cemento ed è precipitata in acqua, arrestandosi reclinata su un fianco, quello del lato-guida.

Emergeva dall’acqua solo la fiancata lato-passeggero. Debbono essere stati attimi convulsi dentro quel pick-up immerso nell’acqua gelida. Davide, leggermente ferito, è uscito dall’abitacolo e ha poi lottato con tutte le proprie forze per riportare in superficie la fidanzata. C’è riuscito, ma la ragazza era esanime. Lui l’ha adagiata sulla fiancata destra del pick-up e poi ha raggiunto la riva del Canalino, in attesa dei soccorsi. Erano le 3.23 quando la centrale operativa del 118 ha ricevuto la chiamata di allarme.

Sulla Prima Traversa sono arrivati un’ambulanza, l’auto con il medico e i Vigili del fuoco (anche con autogrù e sub). I soccorritori hanno trovato Elisa Sartini ancora sulla carrozzeria dell’auto, ma si sono subito resi conto che per lei non c’era più nulla da fare. Il medico ha constatato ufficialmente il decesso. Davide Mariano, in un più che comprensibile stato di shock, è stato trasportato all’ospedale di Ravenna. Stando a quanto si è appreso, tutto induce a ritenere che la ragazza sia morta per annegamento, ma, come già accennato, una risposta definitiva si avrà con l’autopsia, prevista per oggi all’obitorio. Il pubblico ministero di turno, Cristina D’Aniello, ha affidato l’incarico all’anatomo-patologo Giuseppe Venturini.

Per i rilievi dell’incidente sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Cervia-Milano Marittima. Alcuni aspetti inizialmente ritenuti non chiari della dinamica hanno indotto gli uomini dell’Arma cervese a chiedere l’intervento anche dei colleghi del Reparto operativo del Comando provinciale di Ravenna. Tutti gli accertamenti hanno poi portato a concludere che il pick-up sia finito in acqua durante una manovra di retromarcia, compiuta chissà quante altre volte in quello spiazzo sabbioso e ieri notte finita invece in tragedia.

Il Resto del Carlino

[ad#Google Adsense Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.