FERRARA, ANCORA NESSUNA TRACCIA DI ANGELO CHIARELLI. LE SPERANZE SI AFFIEVOLISCONO OGNI ISTANTE DI PIU’

FERRARA, ANCORA NESSUNA TRACCIA DI ANGELO CHIARELLI. LE SPERANZE SI AFFIEVOLISCONO OGNI ISTANTE DI PIU’

FERRARA, 3 NOV.Angelo Chiarelli era stato dato per disperso ieri sera, poco prima delle 20, quando con la sua barca si era avventurato in un mare impetuoso le cui onde, alte fino a 6 metri, lo avevano inghiottito.
Il bollettino della Guardia Costiera di Porto Garibaldi, parlava chiaro: “Il moto ondoso è in aumento e il mare è molto mosso”, eppure Angelo aveva deciso di “sfidare” il suo miglior amico di sempre, il mare.

Sono circa le 19, Chiarelli saluta la moglie e dà un bacio al figlio, di 13 anni. Poi parte con la sua barca, perchè lui di mestiere fa il pescatore e allora occorre che esca in mare, nonostante le previsioni non siano delle migliori.

“Il nostro paese non interessa a nessuno, il mercato della pesca è abbandonato a se stesso. Siamo costretti a uscire con tutte le condizioni meteorologiche e in qualsiasi circostanza”, queste le dure parole di denuncia da parte del consigliere comunale Fausto Gianella (Pdl). Gianella e Chiarelli si conosco bene: “Siamo dello stesso anno, ci frequentiamo da sempre”, dichiara il consigliere comunale prima che le lacrime sgorghino sul viso. “Tutti i pescatori e gli amici stanno cercando di uscire, ma non è possibile”.

Sono ormai le 21. 30, l’intero paese si è riversato sul porto, inerme ma unito nella tragedia. Dopo un’ora le ricerche vengono sospese: il mare si fa sempre più rabbioso.

Angelo Chiarelli, fino a ieri in tarda serata, risultava ancora disperso. Ma le onde impetuose, il buio della notte, il freddo pungente, hanno ormai fatto annegare ogni speranza.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.