Ospedale di Parma “maglia nera” per indebitamento e ritardi nei pagamenti

Ospedale di Parma “maglia nera” per indebitamento e ritardi nei pagamenti

PARMA, 26 NOVEMBRE – Il Consigliere Regionale Roberto Corradi, prendendo spunto dai dati contenuti nella Relazione della Corte dei Conti 5 novembre 2012, n. 455/2012, ha presentato un’interrogazione alla Giunta guidata da Vasco Errani, per chiedere conto dei “record” registrati nel periodo 2008-2010 dell’Ospedale di Parma; sia in tema di incremento del debito verso i fornitori (+ 52 %), che nell’aumento dei tempi di pagamento dei fornitori (+ 20 %).

Nel 2010 i tempi di pagamento dei fornitori da parte dell’Ospedale di Parma sono saliti a 240 giorni (erano 200 nel 2008), mentre i debiti verso i fornitori sono arrivati ad € 121.754.000 (erano € 80.096.000 nel 2008).

Da notare che nello stesso periodo l’AUSL di Parma riduceva i tempi di pagamento del 22 % (portandoli a 55 giorni, erano 71 nel 2008), mentre l’incremento dell’indebitamento verso i fornitori è aumentato, ma solo del 2,7 % (€ 213.370.000 nel 2008; saliti ad € 219.266.000 nel 2010).

La Corte dei Conti ha evidenziato come la quasi totalità delle Aziende sanitarie della Regione, abbiano avuto risultati molto migliori rispetto all’Ospedale di Parma, che ha il record negativo nell’incremento dei debiti verso i fornitori, e nei tempi di pagamento viene superato solo dalle AUSL di Rimini e Forlì.

Per Corradi“Occorre che l’Ospedale di Parma inverta la tendenza registrata nel periodo 2008-2010, con interventi drastici per ridurre i tempi di pagamento e l’indebitamento verso i fornitori. I dati attuali finiscono con creare gravi problemi di liquidità alla ditte che lavorano con l’Ospedale di Parma, con effetti negativi sull’economia parmense e probabile perdite occupazionali”.

Con l’interrogazione il Consigliere leghista ha chiesto alla Giunta se nel corso del 2011 sono intervenute variazioni positive rispetto a quanto attestato dalla Corte dei Conti per il periodo2008-2010, con particolare riferimento alla variazione del livello di indebitamento ed ai tempi di pagamento dei fornitori da parte dell’Ospedale di Parma.

Corradi ha anche chiesto a Vasco Errani quali misure intende assumere l’Assessorato alla Sanità ela Direzione Generaledell’Azienda Ospedaliera di Parma, per ridurre l’indebitamento ed i tempi di pagamento dei fornitori, ed eventualmente di indicare le misure già assunte.

Leave a Reply

Your email address will not be published.