Piacenza, morte sospetta al Pronto Soccorso. Il caso Jasin Hagi

Piacenza, morte sospetta al Pronto Soccorso. Il caso Jasin Hagi

Piacenza, morte sospetto al Pronto Soccorso. Il caso Jasin Hagi

PIACENZA, 01 FEBBRAIO – La direzione dell’Azienda Usl di Piacenza ha avviato una indagine interna sulle ore trascorse da Jasin Hagi al Pronto soccorso della struttura sanitaria la notte del 25 dicembre 2011. Hagi, entrato alle 4 e 35 e dimesso alle 5 e 50, morì il successivo 4 gennaio. A dare notizia dell’indagine interna è il sottosegretario alla Presidenza, Alfredo Bertelli, nella risposta data in Aula al consigliere regionale Andrea Pollastri (Pdl), che aveva presentato una interrogazione sulla vicenda.

“Il signor Jasin Hagi – è la ricostruzione fatta da Bertelli – è giunto al Pronto soccorso di Piacenza il 25 dicembre 2011 alle 4.35, trasportato dall’ambulanza del 118. Il paziente è stato visitato dal medico di guardia che lo ha sottoposto agli accertamenti e alle cure del caso, dimettendolo alle ore 5.50. L’Azienda è venuta a conoscenza del decesso dagli organi di stampa il 6 gennaio 2012″. Il 9 gennaio, l’autorità giudiziaria “ha acquisito copia della documentazione clinica dall’Ospedale, come da verbale di acquisizione depositato presso la Direzione medica di presidio. Contestualmente la stessa direzione ha provveduto ad avviare un’indagine interna, attualmente in corso, in merito all’evento in oggetto. Al termine dell’indagine – ha chiuso Bertelli – saremmo nelle condizioni di comunicarne l’esito, fermo restando le iniziative dell’autorità giudiziaria”.

Soddisfatto Pollastri: “Adesso sono a conoscenza dell’indagine interna avviata dall’Azienda Usl, aiuterà a fare chiarezza su quanto successo”.

CS

Leave a Reply

Your email address will not be published.