SEQUESTRO UNCINI, IL CASO E’ CHIUSO. ARRESTATO IL MANDANTE: ERA UN AMICO DI INFANZIA DI BERNACCONI

SEQUESTRO UNCINI, IL CASO E’ CHIUSO. ARRESTATO IL MANDANTE: ERA UN AMICO DI INFANZIA DI BERNACCONI

ANCONA, 6 NOV – Il terzo complice del sequestro lampo dell’informatico di Ancona, Andrea Uncini, avvenuto il 27 ottobre scorso, e durato 12 ore, e’ stato arrestato oggi. Si tratta di Agostino Barchiesi, 44 anni, un vigile del fuoco in servizio a Jesi (Ancona) e residente a Monteroberto. Secondo le prime indiscrezioni, sarebbe proprio lui il mandante del sequestro del tecnico di Rosora.

Ieri i carabinieri avevano arrestato due persone, ritenute responsabili materiali dell’azione : Luca Bernacconi, 42 anni, manovale, di Serra San Quirico, in provincia di Ancona, e Girolamo Romeo, 34 anni, un muratore originario di Partitico, ma residente nel Bolognese.

La banda aveva effettuato il rapimento, con tanto di brutale violenza notturna, perché sapeva che Uncini, 46 anni, aveva appena incassato 50 mila euro, somma della quale i sequestratori si volevano impossessare in maniera rapida. Cosa che non e’ riuscita loro per la pronta reazione delle forze dell’ordine, che hanno scatenato una caccia all’uomo sul territorio tale da spaemntare gli improvvisati rapitori, e indurli a liberare l’uomo.

E’ stato individuato anche il nascondiglio usato per il sequestro: si tratta dell’agriturismo ‘L’Ulivo’ di Maiolati Spontini (Ancona), lo stesso in cui Barchiesi era solito affittare delle stanze per i motociclisti quando organizzava motoraduni. A riprova di ciò, l’agriturismo in questo periodo era chiuso e i titolari, all’oscuro di tutto, avevano lasciato al vigile le chiavi di uno dei casolari, senza sospettare che sarebbe diventato la prigione di un ostaggio. Nel casolare, gli investigatori (alle indagini ha lavorato anche il vice comandante del Reparto operativo Pierluigi Capparè) hanno trovato tracce di sangue e di vomito, testimonianza del pestaggio e della notte da incubo vissuta da Uncini.

Appassionato di motoraduni come i due esecutori materiali del rapimento, Barchiesi è amico di infanzia di Luca Bernacconi, il manovale di 42 anni di Serra San Quirico arrestato ieri insieme al complice Girolamo Romeo, 34 anni, residente nel Bolognese.

Barchiesi, sposato, padre di due bambini e con qualche problema economico, sarebbe dunque la mente del sequestro, preparato in ogni dettaglio (era stato lui ad affittare il furgone con cui Uncini è stato prelevato). Pur senza essere mai entrato direttamente in azione, il vigile dovrà comunque rispondere con gli altri due arrestati di concorso in sequestro di persona a scopo estorsivo. In base ai patti, il bottino sarebbe stato diviso per tre. Ora invece i tre si ‘divideranno’ solo il processo e la probabile condanna. ‘’La storia può dirsi chiusa qui non ci sono altre complicità, né sospettati’’, ha concluso il col. Marino del comando provinciale di Ancona.

Redazione
[ad#Google Adsense Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.