OMICIDIO COCQUIO-TREVISAGO: L’INDAGATO , GIUSEPPE PICCOLOMO, RESTA IN CARCERE

OMICIDIO COCQUIO-TREVISAGO: L’INDAGATO , GIUSEPPE PICCOLOMO, RESTA IN CARCERE

VARESE, 30 NOV. – Così ha disposto il Gip di Varese Giuseppe Fazio, su richiesta del Pm Luca petrucci : Giuseppe Piccolomo resta in carcere. L’uomo è sospettato di aver ucciso Carla Molinari, nella sua villetta di Cocquio Trevisago, la donna che fu ritrovata sgozzata e mutilata di entrambe le mani meno di un mese fa .
Su Piccolomo incombono gravi indizi di colpevolezza, questo il motivo per cui i giudici hanno disposto il carcere. Il presunto assassino si sarebbe più di una volta contraddetto nel riferire la sua versione riguardante alcuni graffi sul suo volto : in un primo momento avrebbe affermato di essersi accidentalmente procurato i tagli andando alla ricerca di funghi. Il 25 novembre , Piccolomo , convocato dagli agenti della Squadra Mobile avrebbe invece fornito una diversa versione dei fatti e avrebbe indicato quei graffi come un incidente risultante dal fatto di esser caduto in un rovo mentre con un architetto si stava recando a visionare un terreno.

Nel provvedimento il Gip parla di “inquietante personalità” dell’indiziato e di “crudeltà più volte dimostrata”, inoltre il giudice parla di dichiarazioni “gravemente indizianti “ facendo riferimento anche alle dichiarazioni rilasciate da Nunzia e Cinzia Piccolomo, le sue due figlie , che sono convinte che il padre abbia ucciso sia Carla Molinari  sia la sua ex moglie, nonché loro madre, morta nel 2003 in un incidente d’auto. In quella circostanza Piccolomo riuscì a salvarsi , mentre la sua ex moglie Marisa Maldera ,restò carbonizzata. Il procuratore di Varese, Maurizio Grigo è soddisfatto per la custodia cautelare in carcere disposta dal Gip e ha così commentato:”Siamo alla prima tappa, ma il percorso è ancora lungo”.
Francesca Modugno

[ad#Google Adsense Banner City]

Leave a Reply

Your email address will not be published.