Igor Budan, meningite stronca la vita della figlia Amber. Lutto Palermo Calcio

Igor Budan, meningite stronca la vita della figlia Amber. Lutto Palermo Calcio

PALERMO, 13 LUGLIO – Bandiere rosanero listate a lutto oggi nel ritiro precampionato a Varese del Palermo Calcio. La piccola Amber, figlia secondogenita del centravanti croato Igor Budan è morta questa mattina all’alba.

SOSPETTA MENINGITE

Solo le analisi potranno chiarire la morte rapida quanto assurda di una bambina di due anni. La piccola Amber, che era nata a Palermo il 15 marzo 2010, fino a mercoledì non presentava problemi di salute tanto che il padre si era recato regolarmente in ritiro a Varese per effettuare i consueti test fisici post vacanze.

Ieri sera il drammatico peggioramento.

Budan, che si teneva costantemente aggiornato sulle condizioni di salute della figlia, appena saputo dell’aggravarsi della situazione ha lasciato il ritiro per recarsi all’ospedale in Croazia dove già si trovavano la moglie Dina e la figlia più grande. Nulla da fare però, Amber è morta stamattina, a causa pare di una meningite fulminante.

IL CORDOGLIO DEL PALERMO CALCIO

Con un comunicato sul proprio sito ufficiale il Palermo Calcio ha voluto comunicare la propria vicinanza a uno dei suoi calciatori simbolo. “Il presidente Maurizio Zamparini e l’intera famiglia rosanero si stringono attorno ad Igor Budan per la prematura scomparsa della figlia Amber, avvenuta questa notte.”

LA LUNGA MILITANZA

Igor Budan è uno dei calciatori fedelissimi di Maurizio Zamparini, uno dei giocatori a cui il presidente rosanero è più legato umanamente. Zamparini ha scoperto Igor Budan moltissimi anni fa quando era presidente del Venezia e il croato era ancora solo un ragazzino con tanti sogni. Dopo qualche anno passato in prestito all’Atalanta e al Parma, è rientrato in pianta stabile al Palermo, dove Zamparini sta preparando per lui un futuro da dirigente quando deciderà di smettere le scarpette da calcio.

Simone De Rosas
derosas.simone@gmail.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.