Milano Moda Uomo, il meglio di tutte le sfilate dedicate alla primavera-estate 2013

Milano Moda Uomo, il meglio di tutte le sfilate dedicate alla primavera-estate 2013

Bizzarro e sportivo, ecco il nuovo uomo. A Milano Moda Uomo le proposte primavera-estate 2013

MILANO, 27 GIUGNO – Si è concluso ieri uno degli eventi moda più attesi dell’ anno, il “Milano Moda Uomo” a seguito di un’altra manifestazione di nota importanza, il “Pitti immagine uomo”, eventi dedicati a mostrare anticipazioni e tendenze della moda maschile per la stagione estiva 2013.

Per noi appassionati di moda, sappiamo bene che questo periodo, è il mese internazionalmente dedicato all’uomo, durante il quale si susseguono varie sfilate ed esposizioni nelle capitali della moda quali Parigi, Milano, Londra e New York.

Queste manifestazioni, volte a dar luce alla collezione di stilisti di fama nazionale e a designer emergenti provenienti da varie scuole in tutto il mondo, riuniscono direttori delle più alte testate giornalistiche, buyer, giornalisti ed esperti del settore.

Di certo non possono mancare i Vip a eventi di questo calibro: le case di moda fanno a gara per accaparrarsi le maggiori celebrities del momento e vestirli con i capi della collezione.

Le nostre due città, cuore della moda italiana, hanno presentato un calendario ricco di eventi e manifestazioni:a ttesi migliaia di buyer e visitatori provenienti da tutto il mondo per ammirare le creazioni di stilisti di fama internazionale che hanno caratterizzato e continuano a portare in auge il Made in Italy.

Si sono susseguiti per più di una settimana, sfilate ed esposizioni delle tendenze per la prossima stagione estiva durante le quali stilisti del calibro di Versace, Gucci, Dolce e Gabbana solo per citarne alcuni, hanno prediletto l’ uomo dai colori fluo, che utilizza completi e camicie a fantasie geometriche e floreali; stampe e colori fluo per t-shirt abbinati a bermuda e pantaloni dai colori vividi e metallizzati.
Altri stilisti del calibro di Prada o Valentino, Bottega Veneta hanno reinterpretato lo sport giocando sull’ uso di polo e t-shirt ed utilizzando spolverini e giubbetti in tessuto tecnico con qualche spruzzo di colore: tutta la collezione è delineata da linee classiche, rigorose, senza eccessi. Lo stesso fa Giorgio Armani, che ha dichiarato voler riportare l’ eleganza e la classicità che hanno reso famoso il suo stile. Toglie perciò dalla passerella eccessi, fantasie e colori fluo, ma usa tessuti a maglia dalla vestibilità morbida e usa i toni del grigio, bianco e marrone.

Le sfilate primavera/estate uomo 2013 si concluderanno in questi giorni nelle capitali della moda di Parigi e New York, non ci resta che aspettare di conoscere le anticipazione e tendenze proposte dai rimanenti stilisti per avere un quadro ampio e dettagliato su cosà sarà di moda per la prossima primavera e poterci così orientare nell’ acquisto.

Chiara Sonda

Leave a Reply

Your email address will not be published.