Roma, bambina muore al pronto soccorso: il padre aggredisce l’anestesista

Roma, bambina muore al pronto soccorso: il padre aggredisce l’anestesista

ROMA, 20 LUGLIO – L’ospedale San Filippo Neri è stato teatro di un improvviso atto di violenza. La reazione incontrollata del padre di una bimba, ricoverata d’urgenza la notte scorsa, ha lasciato privo di sensi e a terra un’anestesista. Una gomitata, poi calci e pugni contro il medico accasciatosi sul pavimento: venti giorni di prognosi per lui. Una furia incontrollabile secondo i testimoni non giustificabile dalla triste notizia comunicata ai familiari: la bimba, giunta all’ospedale in arresto cardiorespiratorio, era infatti deceduta dopo alcune ore di disperati tentativi di rianimazione.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Il direttore generale dell’istituto, Domenico Alessio, ha condannato il gesto estremo del genitore definendo la vicenda come il segnale di “una preoccupante escalation di violenza” contro una categoria alle prese con “mille difficoltà”. Il rimando alle recenti misure di austerità, imposte dalla manovra economica e riguardanti anche il settore sanitario, è implicito ma evidente.

Gianluca Francesco Pisutu

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.