Tragedia nel Milanese. Precipita montacarichi: un operaio morto e due feriti

Tragedia nel Milanese. Precipita montacarichi: un operaio morto e due feriti

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

MILANO, 9 NOV. – Un operaio è morto e due sono rimasti feriti: è il triste bilancio di quanto successo (verso le 9.30 circa di questa mattina) in uno stabile a Milano Fiori Assago.

La causa sarebbe la rottura dei cavi di un montacarichi, precipitato dal 5° piano. Per uno dei tre non c’è stato nulla da fare. Gli operai, tutti della stessa azienda, una ditta di trasporti con sede a Pioltello (Milano) – stavano trasportando un pesante armadio destinato ad un’altra ditta quando l’ascensore, un montacarichi interno che era al quinto piano, e’ precipitato.

La vittima e’ – secondo quanto riportato da alcuni giornali on-line – Massimo Bertasa, 41 anni, originario di Cologno Monzese (Milano).

Giuliano Pasquale, 31 anni, originario di Cosenza, ricoverato al Niguarda, e Giovanni Kazari, 34 anni, operaio albanese, regolarmente in Italia, sono gli altri due operai rimasti feriti.

Uno dei due e’ in condizioni più gravi per una sospetta lesione alla colonna vertebrale,  entrambi comunque hanno subito un grave politrauma.

Dubbi ancora sulla dinamica dell’accaduto che dovrà essere chiarita dagli inquirenti per accertare eventuali responsabilità.

Uno o due degli operai- secondo “voci” pubblicate sin dal primo pomeriggio su giornali on-line -rimasti coinvolti nell’incidente, si trovava sul tetto della cabina montacarichi. Il particolare emergerebbe da alcune indiscrezioni nei rilievi tecnici effettuati sul posto, il centro direzionale di Milano Fiori. I tre uomini stavano spostando, con il montacarichi interno, un pesante armadio destinato ad un’altra azienda all’interno dell’edificio. Secondo le prime ipotesi dei carabinieri e della polizia locale, i cavi dell’ascensore avrebbero ceduto al peso del grosso mobile che doveva essere spostato dal quinto piano al -1. Il montacarichi aveva una portata di circa 800-1000 chili e potrebbe non aver retto.
L’inchiesta: il Pm milanese Claudio Gittardi ha sequestrato l’ascensore montacarichi precipitato e aprirà un fascicolo. L’ipotesi è di omicidio colposo.

“Il montacarichi era vecchio, ma a posto”, queste le parole di uno dei responsabili dell’azienda appaltatrice di Milano. “Aveva una trentina d’anni – ha detto l’uomo – ma era manutenzionato regolarmente ogni paio di mesi”.

Manlio Scimeca

Leave a Reply

Your email address will not be published.