Tragedia a Subiaco: Carabiniere uccide figlia e poi si suicida. Grave una seconda figlia

Tragedia a Subiaco: Carabiniere uccide figlia e poi si suicida. Grave una seconda figlia

[ad#Juice 250 x 250]

ROMA, 5 NOVEMBRE – Dramma familiare a Subiaco probabilmente causato da una lite sull’uso smoderato di Facebook.

Un miltare dell’Arma dei carabinieri ha prima sparato alle figlie, uccidendone una e poi si è tolto la vita. La ragazzina deceduta, A., aveva 16 anni. Ha ferito anche una seconda figlia di 14 anni che è attualmente ricoverata in condizioni gravissime. La tragedia si è consumata in un appartamento di via XX Settembre a Subiaco(Roma) intorno alle 18.30.

Appena entrati nell’appartamento, i carabinieri hanno trovato i corpi delle ragazze riversi a terra. Una senza vita e l’altra ferita.

L’omicida, L. C. 39 anni, è un maresciallo dei carabinieri. Un militare ‘irreprensibile’, un uomo tranquillo che non aveva mai dato segni di squilibrio o reazioni violente. Così viene descritto dai colleghi il maresciallo dei carabinieri che ieri sera nel suo appartamento di Subiaco ha ucciso una figlia, ne ha ferito gravemente un’altra e poi si e suicidato.

Il militare, 39 anni, da un anno prestava servizio al nucleo operativo della compagnia di Subiaco. Ma prima, per diversi anni, era stato centro reclutamento nazionale dell’arma. Un ruolo affidatogli proprio per le sue capacità e la sua esperienza. Il maresciallo, come tutti i giorni, aveva lavorato nel suo ufficio tutto fino al tardo pomeriggio.

Redazione

[ad#Aruba Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Leave a Reply

Your email address will not be published.