EVASIONE BOSS NDRANGHETA, TRIBUNALE SORVEGLIANZA SUGGERÌ RICOVERO IN POLICLINICO

EVASIONE BOSS NDRANGHETA, TRIBUNALE SORVEGLIANZA SUGGERÌ RICOVERO IN POLICLINICO

[ad#Juice Overlay]

BOLOGNA, 8 APRRoberto Pannunzi, il boss della ‘ndrangheta evaso dai domiciliari in una clinica romana, era detenuto nel centro clinico del carcere di Parma. Lo fu dal 21 febbraio 2009 in regime di sorveglianza speciale, 14 bis. Il 22 maggio Pannunzi ottenne dal tribunale di sorveglianza di Bologna i domiciliari, per un anno, dopo che una perizia del carcere di Parma parlò di ‘gravissima insufficienza coronarica in soggetto che ha già avuto un infarto”. Il Tribunale indico’ come luogo idoneo il Policlinico di Tor Vergata a Roma. Pannunzi scelse la clinica Villa Sandra.

Il boss, di 64 anni, ritenuto il broker tra la ‘ndrangheta e i narcotrafficanti di droga colombiani, e’ evaso da una clinica romana dove si trovava agli arresti domiciliari per problemi cardiaci. Pannunzi si è dato alla macchia dal 15 marzo scorso.

ALFANO – ”Attesa la gravita’ della vicenda, il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, ha disposto accertamenti preliminari al fine di verificare la piena regolarita’ delle decisioni assunte che hanno determinato lo stato di liberta’ di un soggetto, particolarmente pericoloso, sottoposto a regime detentivo previsto dal 41bis”. Lo afferma una nota dell’Ufficio Stampa del ministero della Giustizia in merito all’evasione del boss della ‘ndrangheta Roberto Pannunzi.

BORedazione







Leave a Reply

Your email address will not be published.