IMPRENDITORE DECAPITATO A BOSCOREALE EMERGNO NUOVI PARTICOLARI RACCAPRICCIANTI SULL’OMICIDIO DI GERARDO DEL SORBO

IMPRENDITORE DECAPITATO A BOSCOREALE EMERGNO NUOVI PARTICOLARI RACCAPRICCIANTI SULL’OMICIDIO DI GERARDO DEL SORBO

NAPOLI, 30 GENN.L’indagine sulla morte di Gerardo Del Sorbo, 44 anni, passa ai magistrati della Dda.

L’omicidio, infatti, nel corso delle indagini degli ultimi giorni si è vestito di particolari ancora più macabri che indurrebbero ad abbandonare il movente passionale.

Del Sorbo, ritrovato privo di vita lo scorso mercoledì nel cortile della ditta della quale era titolare, sembrerebbe esser stato vittima di un omicidio rituale di stampo camorristico.

L’autore del fatto criminoso, infatti, avrebbe strappato il cuore di Gerardo dal petto e lo avrebbe dato in pasto ai cani. Inoltre, avrebbe annegato il suo cagnolino in una pozza non molto distante dal luogo del delitto.

Accanto al cadavere privo di vita, poi, è stato ritrovato un euro, lasciato dal o dai killer.

Quanto all’arma rinvenuta sul posto, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, essa probabilmente era di proprietà della vittima, la quale non sarebbe riuscita ad utilizzarla contro i suoi aggressori.

L’omicidio di Del Sorbo, eseguito con fredda brutalità brutalità, lascerebbe pensare, pertanto, ad un’ esecuzione camorristica.

Il dubbio, inoltre, è alimentato dalla circostanza che il fatto è avvenuto a pochi giorni da 86 ordinanze di carcerazione al clan Gallo, attivo proprio nella zona del massacro, ed il sequestro di beni per 65 milioni di euro e di 737 chili di cocaina.

Probabilmente, ciascuna delle terribili azioni compiute sul corpo della vittima costituisce un messaggio simbolico da lanciare verso l’esterno, forse, affinché nessuno ripeta l’ “errore” di Gerardo ed è proprio questa la pista che stanno battendo gli agenti che, in questo momento, si occupano delle indagini su questo terribile e sconcertante caso di cronaca nera.

Valeria Castellano

Leave a Reply

Your email address will not be published.