I due Mattei

I due Mattei della politica italiana sono forse due facce della stessa medaglia. E rientrano entrambi nella categoria, invero folta, dei peggiori politici dell’ultimo decennio. Non vogliamo offendere nessuno, né fare un torto a chi ha dato un voto all’uno e all’altro. Questione di scelte, che si rispettano sempre. Come il buonsenso, che i due Mattei perennemente mostrano di non avere. E in questa sede, oggi, assegniamo un premio ad entrambi. E lo facciamo a malincuore, perché in una situazione del genere ci sarebbe stato bisogno di altro. Come sempre, eccetto quando si parla dei due Mattei.

Premiamo per la coerenza il primo, Matteo Salvini. Lo premiamo perché non ha speso una parola per gli avversari politici contagiati, vedi Zingaretti, e perché ha accusato i suoi “nemici”, a suo dire “nemici dell’Italia”, per aver fatto una politica di sottovalutazione totale. Lui, che ad inizio crisi invitava a calma e prudenza. Poi, il giorno dopo, chiedeva il contrario. Lui, fondamentalmente razzista, pure se qualcuno se lo è dimenticato, che ha chiuso i porti e parlava di confini nazionali, ha poi accusato chi, lecitamente come l’Italia con la Cina, i propri, per difendersi. Compriamo italiano, ci invitava a fare. Mentre intanto l’epidemia avanzava (ed avanza), lui non rispondeva al cellulare. In pieno stile col personaggio, su cui è calato il sipario nella scorsa puntata di Piazzapulita, su La7. Dopo aver condiviso la fake news del Covid-19 prodotto in laboratorio, il nostro non solo non ha avuto la decenza di ammettere uno sbaglio, ma ha fatto la sua solita figura: “I cinesi producono virus in laboratorio”. Lui e i suoi amministratori in Lombardia meritano l’Oscar.

Ci soffermeremo poco sull’altro Matteo,  Renzi. L’unico purtroppo è che oggi è al Governo, e conta ancora qualcosa nella pochezza della politica italiana. Riapriamo tutto, ci suggerisce, per dare un segnale e non bloccare il Paese. Facciamolo, come se non bastassero i 1000 morti quasi quotidiani della ultima due giorni. Cosa vogliamo aggiungere?

Al di fuori di ogni logica e di ogni buonsenso. Lo stile dei due Mattei, non alleati solo per caso. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.