PIAZZA FONTANA, 40ANNI DOPO. FISCHI PER LA MORATTI: “VERGOGNA”

PIAZZA FONTANA, 40ANNI DOPO. FISCHI PER LA MORATTI: “VERGOGNA”

MILANO, 12 DIC. – Le cariche istituzionali che hanno partecipato al corteo commemorativo per la strage del 12 dicembre 1969 sono state oggetto di fischi e grida di protesta. “Vergogna”, “Strage di Stato”, “Fascisti!”, queste le invettive rivolte contro il sindaco di Milano Letizia Moratti, il presidente della Provincia Guido Podestà e il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni dopo la deposizione delle corone di alloro davanti alla sede dalla Banca Nazionale dell’Agricoltura.

Il corteo cittadino, guidato dai familiari delle vittime, era partito da piazza della Scala per raggiungere il luogo dell’attentato in cui 17 persone persero la vita e 80 rimasero ferite. Malgrado gli inviti al rispetto delle vittime, ci sono stati momenti di tensione tra la polizia e i manifestanti dell’area antagonista. I contestatori hanno lanciato sassi e petardi e tentato di oltrepassare le transenne che delimitavano piazza Fontana ma la polizia li ha respinti ricorrendo all’uso dei manganelli.

Sara Marini
[ad#Google Adsense Banner City]

Leave a Reply

Your email address will not be published.