Usa Trump, l’annuncio: “Presto un decreto per bloccare TikTok” Il presidente vuole bloccare il social network Tik Tok: "Fonte di preoccupazione per la sicurezza nazionale".

US President Donald Trump observes a moment of silence at the White House to mark the 18th anniversary of the 9/11 attacks, on September 11, 2019, in Washington, DC. (Photo by Nicholas Kamm / AFP) (Photo credit should read NICHOLAS KAMM/AFP/Getty Images)

Usa Trump – Il presidente americano ha annunciato che vieterà negli Usa il social network TikTok, sospettato da Washington di essere utilizzato dai servizi segreti cinesi. “Per quanto riguarda TikTok, lo vieteremo negli Stati Uniti” ha annunciato Trump alla stampa.

TikTok è di proprietà del gruppo cinese ByteDance. L’applicazione ha quasi un miliardo di utenti in tutto il mondo ed è molto popolare tra i giovani. TikTok è sotto inchiesta da parte del Cfius, l’agenzia statunitense incaricata di garantire che gli investimenti esteri non costituiscano un rischio per la sicurezza nazionale. Nelle ultime settimane, gli esperti Usa hanno espresso la preoccupazione che Pechino possa usare la piattaforma per danneggiare gli Stati Uniti.

USA TRUMP, IL PRESIDENTE VUOLE BLOCCARE TIK TOK

TikTok ha dovuto spesso difendersi a causa dei suoi legami con la Cina, e ha sempre negato la condivisione dei dati con le autorità cinesi. Trump, però, sarebbe sul punto di firmare un ordine ufficiale per costringere la casa madre cinese a rinunciare alla popolare applicazione americana. L’obiettivo, quello di agire in nome della protezione della sicurezza nazionale.

Prima dell’annuncio di Trump, i media statunitensi avevano scritto che il presidente avrebbe costretto il gruppo ByteDance a vendere TikTok.

Qualche giorno fa, TikTok si era impegnata a garantire un alto livello di trasparenza e in particolare a consentire il controllo dei suoi algoritmi, per rassicurare gli utenti e le autorità di regolamentazione. “Non siamo politici, non accettiamo pubblicità politica e non abbiamo un’agenda”, ha affermato mercoledì il capo di TikTok Kevin Mayer.

Dal 30 giugno, anche l’india ha vietato il social network, posto in cima alla lista delle 59 applicazioni cinesi bloccate da Nuova Delhi sul suo territorio per “garantire la sicurezza e la sovranità del cyberspazio indiano”. Anche il Pakistan, inoltre, un paese musulmano molto conservatore, ha recentemente emesso un “ultimo avvertimento” all’applicazione di condivisione video TikTok per rimuovere dalla sua piattaforma contenuti ritenuti “immorali, osceni e volgari”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.