Stati Generali al via oggi: cosa sono e a cosa servono Partiti oggi a Roma, a villa Pamphili, gli Stati generali dell'economia voluti dal premier Giuseppe Conte

Partiti oggi a Roma, precisamente a Villa Pamphili, gli Stati generali dell’economia voluti dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. La scelta della location, a qualcuno apparsa come inusuale, per il Premier rappresenta un vero e proprio omaggio alla bellezza italiana, il cui investimento è parte integrante del progetto.

STATI GENERALI, COSA SONO E A COSA SERVONO

Si tratta di una serie di incontri con rappresentanti delle Istituzioni e delle Parti sociali, per un confronto sui progetti di rilancio del Paese. In pratica, un maxi-seminario che durerà un decina di giorni, ovviamente con pause, perché il 19 è in programma un importante Consiglio Europeo, e che dovrebbe concludersi domenica 21 giugno.

Stati Generali

Nei prossimi giorni il governo ascolterà, anche via web, relazioni e proposte dei principali esponenti europei, delle forze sociali, degli enti locali, di economisti e manager di primo livello, di architetti e artisti famosi, con l’obiettivo di preparare un piano di interventi profondi, che non sprechi l’importante contributo europeo di 172 miliardi del piano Next Generation che nei prossimi anni è destinato a finanziare la ricostruzione dell’economia italiana. Fondi che l’Ue concederà solo di fronte ad un piano di riforme da parte dell’Italia.

IL PUNTO SULLA PRIMA GIORNATA

Esclusa la stampa, che sarà informata solo a margine sul procedere dei lavori. Invitata, invece, l’opposizione, per dare un suo contributo. Per il momento, però, ha scelto di assentarsi.

La giornata di oggi è stata dedicata agli incontri internazionali. In videoconferenza la direttrice del Fmi, Kristalina Georgieva, poi la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. Presente anche il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. A fare da base di partenza degli Stati Generali sarà il piano di 120 pagine formulato dalla commissione di esperti. A presiedere, l’ex amministratore delegato di Vodafone Vittorio Colao.

Poco fa, la prima conferenza stampa in merito, proprio per fare il punto su questa prima giornata, in compagnia dei ministri Gualtieri e Pisano. “Non vogliamo sprecare neanche un euro per il rilancio del paese, non ci accontenteremo di ripristinare una normalità. Non vogliamo ripristinare lo status quo ma migliorare il Paese. Sarà una settimana intensa e confido che ci sarà la possibilità di un confronto anche con forze di opposizione. Noi siamo sempre aperti“, ha dichiarato il Premier.

Alessandra Santoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.