STUDENTE SCOMPARSO A BOLOGNA: PROSEGUONO LE RICERCHE, MA DI MARIANO COLOGNA ANCORA NESSUNA TRACCIA

STUDENTE SCOMPARSO A BOLOGNA: PROSEGUONO LE RICERCHE, MA DI MARIANO COLOGNA ANCORA NESSUNA TRACCIA

BOLOGNA, 31 GENN. - Grande apprensione in città per la scomparsa di un giovane studente trentino, le ricerche proseguono ma Mariano Cologna sembra essere stato inghiottito nel nulla

28 anni, una vita da studente universitario come quella delle migliaia di ragazzi che popolano ogni anno Bologna. Mariano Cologna, originario di Trento, è scomparso nella tarda serata di lunedì e da allora più nessuna traccia di lui.

Da qualche giorno la città è stata invasa da manifesti recanti una fotografia del ragazzo, uno studente della facoltà di Antropologia Culturale, nella speranza, ancora fortissima, che qualcuno possa averlo incontrato, visto, notato.

Le ricerche finora condotte dai Carabinieri di San Lazzaro si sono concluse con un niente di fatto. Mariano è come svanito nel nulla. Nella mattinata di ieri i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno ispezionato una vasca di decantazione situata in un terreno agricolo tra San Lazzaro e Bologna, la cui superficie era ghiacciata. Nessun risultato, nessuna traccia del 28enne sul quale sono state anche condotte delle indagini sui movimenti bancari nel tentativo di risalire a qualche prelievo “sospetto”. Purtroppo però, anche in questo caso, non è emerso niente di rivelante.

Lunedì le forze dell’ordine faranno il punto della questione. Per ora regna l’angoscia tra i familiari, gli amici e l’intera città, dove la numerosissima comunità di studenti fuori sede vive un momento di grande mobilitazione. Su facebook è nato un gruppo “Ragazzo scomparso a Bologna” con un appello: “Chiunque lo abbia visto nella zona del parco dei gessi (Ponticella) è pregato di contattare i seguenti numeri: 3476099467, 3287069211” e una breve descrizione di Mariano: “Alto circa 1.80, capelli lunghi castani e corporatura snella. Aveva una giacca beige/verde, tuta sportiva nera, zainetto blu e probabilmente un cappello di lana nero”. Del caso si sta occupando anche la trasmissione Rai “Chi l’ha visto?”.

Giuliana Sias

Leave a Reply

Your email address will not be published.