BOLOGNA SI TINGE DI ROSSO: IN 20MILA IN PIAZZA CON LA CGIL

BOLOGNA SI TINGE DI ROSSO: IN 20MILA IN PIAZZA CON LA CGIL

BOLOGNA, 11 DIC. – Giornata di grandi agitazioni in tutta Italia. A Bologna circa ventimila persone hanno sfilato per le vie del centro rispondendo “presente” allo sciopero generale lanciato dalla Cgil. Per gli organizzatori un vero e proprio successo.

Per Cesare Melloni, segretario generale della Camera del Lavoro, il risultato da sottolineare è il fatto d’essere riusciti nell’obiettivo di portare in piazza tanti lavoratori in cassa integrazione: “La manifestazione ha avuto un grande successo- sostiene il segretario – quando c’è dispersione è più difficile per il sindacato organizzare”. Anche il numero uno della Fiom, Bruno Papignani, si dice entusiasta: “La difficoltà non è che la gente non è d’accordo con lo sciopero, ma recuperare lavoratori che sono sempre a casa”, ad esempio quelli di aziende come la Reiner e la Giuliani, pure presenti coi loro cartelli. E riguardo le stime sull’affluenza, Papignani commenta: “non contano i numeri, ma gli argomenti”.

Affianco ai lavoratori, sono scesi in piazza anche gli studenti. I medi, partiti da Piazza San Francesco, hanno fatto lezione all’aperto con Stefano Bonaga. L’Onda universitaria è partita invece da Piazza Verdi, in corteo autonomo, ed ha percorso Via Indipendenza dove ha dato vita ad un’azione contro il Consolato greco, per ricordare la morte dello studente, un anno fa. Per circa un minuto, poi, lancio di fumogeni e vernice rossa contro la polizia che non ha reagito alla provocazione.

Redazione

[ad#Google Adsense Banner City]

Leave a Reply

Your email address will not be published.