CASO MARRAZZO: LA MICHELLE DEL SECONDO VIDEO “A LUCI ROSSE”, ARRESTATA A PARIGI

CASO MARRAZZO: LA MICHELLE DEL SECONDO VIDEO “A LUCI ROSSE”, ARRESTATA A PARIGI

Nel momento in cui lo scandalo che ha investito Piero Marrazzo pareva “congelato”, ecco che la polizia arresta la trans Michelle, quella del “secondo video”.

PARIGI, 10 DIC. – Sembrava scomparsa nel nulla, mercoledì scorso, però, il settimanale Oggi era riuscito a raggiungerla e a farsi rilasciare un’intervista. Questa mattina, molto presto, 9 agenti di polizia sono arrivati davanti all’abitazione, nei pressi di porte de Saint-Cloud, dove Michelle, all’anagrafe Carlos dos Santos, si era rifugiata, ospite dell’amica Luciana. Michelle è stata trattenuta ufficialmente «per motivi di immigrazione clandestina».
La trans era amica di Brenda e con lei divideva l’appartamento di Via Due Ponti, quello del tragico e fatale incendio.
Michelle potrebbe essere determinante nell’indagine: trasferitasi casualmente (?) a fine luglio da Roma a Parigi, comparirebbe assieme a Brenda in un filmino a luci rosse con Piero Marrazzo.
Nel frattempo le indagini sulla morte di Brenda proseguono. Ancora al vaglio dei periti i dati contenuti nel pc ritrovato nell’appartamento di Via Due Ponti, mentre oltre a Barbara, la trans alla quale è già stato prelevato un tampone salivare e vari indumenti, la pista degli inquirenti condurrebbe ad almeno altri 4 trans.
Infine, l’amico hacker di Brenda, quello che le avrebbe ripulito il pc circa tre mesi fa, non avrebbe in realtà portato a termine il suo lavoro a causa di una lite scoppiata con la trans riguardo il compenso.

Giuliana Sias

[ad#Google Adsense Banner City]

Leave a Reply

Your email address will not be published.