Bufera Lazio, Lotito presenta l’aereo ma Luis Alberto accusa: “Non ci paga!” "Bello, ma quando ci occupiamo di quello che c'è dentro?": perché Luis Alberto ha accusato Lotito

aereo lazio lotito luis alberto

Una vera e propria bufera quella che si sta abbattendo in questi giorni sulla Lazio. I biancocelesti in questi sono stati investiti dal caso tamponi, una vicenda ancora lunga e che potrebbe presto portare a sviluppi (anche negativi) per il club. Intanto nelle scorse ore gli uomini della Procura hanno ascoltato i medici sociali Ivo Pulcini e Fabio Rodia per capire se la Lazio si sia mossa correttamente nel rispetto del protocollo. Secondo quanto emerso dalle indagini, restano forti dubbi sulle tempistiche di comunicazione delle positività dei calciatori alle Asl.

LEGGI ANCHE: Fuorigioco di pochi centimetri: il VAR dovrebbe avere tolleranza?

Caso aereo Lazio, Luis Alberto contro Lotito

In attesa di capire cosa accadrà, un’altra vicenda sta scombussolando gli equilibri interni del club biancoceleste. Protagonista di polemiche è il centrocampista Luis Alberto. Tutto è legato alla presentazione del nuovo aereo personalizzato della Lazio.

Il presidente Claudio Lotito ha organizzato un vero e proprio evento per pubblicizzare in pompa magna il velivolo personalizzato della società capitolina. Con tanto di foto del patron romano nel ruolo di pilota. Tutti sorridenti. Macché. Nel pomeriggio Luis Alberto ha sganciato due bombe proprio nei confronti della società.

lotito aereo lazio

Perché Luis Alberto ha attaccato il club?

Lo spagnolo, tramite una Instagram stories, ha scritto un messaggio particolarmente pungente: “Molto bello, ma quando ci occupiamo di quello che c’è dentro? Apparenza…“. Accompagnando lo sfogo con un’emoji arrabbiata. E non è finita qui

In serata Il Mago è stato protagonista di un intervento su Twitch. A chi gli chiedeva del nuovo aereo della Lazio, lo spagnolo ha risposto: “Sì, l’ho visto, ma lo dobbiamo pagare noi. Comprano cose ma non ci pagano“. Chiaro come il riferimento sia legato al mancato pagamento degli stipendi nella passata stagione. A causa della crisi economica dovuta al Coronavirus, infatti, molti club di Serie A sono stati costretti ad optare per un taglio degli ingaggi complice lo stop dei campionati. E c’è da scommettere che quello di Luis Alberto non sia uno sfogo isolato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.