Allegri è davvero ciò che serve per rilanciare la Roma? Fonseca non convince: contatti tra la nuova proprietà americana e l'ex allenatore della Juventus

allegri roma

La notizia sta facendo scuotere il mondo del calciomercato: Massimiliano Allegri potrebbe presto tornare in panchina e la meta scelta sarebbe Roma. L’ex tecnico della Juventus è fermo da oltre un anno e non vede l’ora di tornare ad allenare. Allegri ha bisogno dell’adrenalina del campo, del brivido della polemica e del gusto del successo. Un sapore che lui conosce. E bene.

Fonseca non convince: contatti tra la Roma e Allegri

In Europa non ci sono panchine di alto livello libere, mentre durante l’estate ci sono stati contatti con PSG e Inter, che alla fine hanno deciso di continuare con Tuchel e Conte. Insomma, Allegri non ha nessuna intenzione di restare in panchina un secondo anno e Roma potrebbe essere la destinazione ideale.

La nuova proprietà del presidente Friedkin – che non è convinta da Fonseca – vuole rilanciare i giallorossi, proponendo un progetto che porti i capitolini a lottare per la vittoria dello scudetto. Non subito, evidentemente. Allegri ne è consapevole e accetterebbe di iniziare con una stagione interlocutoria (puntando alla qualificazione in Champions League), per poi sposare un progetto che volto a riportare la Roma sul tetto d’Italia. Inoltre Max pare sia affascinato dalla sfida e dal calore che una piazza come quella giallorossa saprebbe regalare.

allegri roma

LEGGI ANCHE: GF Vip, “Sei una bugiarda!”, Balotelli accusa Dayane Mello: cosa è successo?

Max in panchina, ma zero mercato: sarebbe la scelta giusta?

Le difficoltà sono legate allo stipendio che Allegri chiede per accettare l’incarico. Nelle chiacchierate con l’Inter si parlò di un ingaggio da circa 10 milioni l’anno, ma ora potrebbe accettare qualcosa in meno. Chiaro che uno stipendio così importante andrebbe a togliere risorse al mercato. La Roma quest’anno deve rientrare da perdite importanti e, chiaramente, appesantire il bilancio significherebbe automaticamente rinunciare a fare mercato in questa stagione, a meno di cessioni importanti.

Ecco perché a Roma ci si interroga: è davvero Allegri ciò che serve in questo momento? Chiariamoci. Il tecnico ex Milan e Juventus darebbe una botta d’entusiasmo all’ambiente capitolino, che sulle ali dell’esaltazione potrebbe dare quella spinta che serve all’ambiente e alla squadra. Però in campo non ci vanno gli allenatori, bensì i calciatori.

La Roma ha bisogno urgentemente di almeno un difensore, dopo l’addio di Smalling, e di una punta. Di fatti non esiste in rosa un sostituto di Dzeko, così come la gara di Verona (poi persa a tavolino) ha evidenziato. E pensare che il bosniaco a 34 anni non possa saltare nemmeno un match, considerato anche l’impegno in Europa League, sarebbe autentica utopia. Ecco perché le idee dovrebbero convergere tutte verso il rafforzamento della squadra. Dunque verrebbe da dire sì ad Allegri, ma senza poter fare mercato servirebbe a poco.

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.