La Juventus batte il Bologna: decidono Ronaldo e Dybala. Dubbi sul VAR I bianconeri sbancano Bologna per 0-2 con le reti dei due gioielli, ma non mancano le polemiche arbitrali

Finisce 0-2 allo stadio Dall’Ara tra Bologna e Juventus, con i bianconeri che vincono grazie a due guizzi di Cristiano Ronaldo e soprattutto Dybala. Il Bologna non ha demeritato, anzi. La squadra di Mihajlovic ha tenuto bene il campo mettendo in difficoltà i campioni d’Italia. Almeno fino al 22′ quando Denswil trattiene De Ligt: l’arbitro Rocchi lascia correre ma viene richiamato all’on field review dal VAR Chiffi. Dopo aver rivisto l’episodio al monitor il direttore di gara decreta il penalty che CR7 non fallisce.

La reazione dei felsinei tarda ad arrivare e allora ne approfitta ancora la Juventus. Al 36′ Bernardeschi serve con il tacco Dybala, lasciato colpevolmente libero al limite dell’area, che si gira sul sinistro e infila il pallone all’angolino in maniera imparabile per Skorupski. Nella ripresa la Juventus controlla il match e punge con Bernardeschi, che colpisce il palo con un gran tiro di sinistro. Il Bologna non ha grandissime occasioni, ma crea tanti presupposti di pericoli che mettono in ansia la squadra di Sarri, che resta ancora in bilico dopo la sconfitta in Coppa Italia con il Napoli.

Bologna Juventus, cosa non ha funzionato

La squadra di Mihajlovic ha poco da recriminare, se non la poca incisività negli ultimi 30 metri. A mancare sono stati proprio i giocatori di maggior talento: Orsolini e Sansone. Gli esterni rossoblu si sono accesi ad intermittenza, senza mai pungere per davvero. E contro la Juventus non si può sperare di fare risultato senza una grande prestazione di tutta la squadra. Da dimenticare la prestazione di Denswil, autore del fallo da rigore e poi della marcatura persa su Dybala in occasione del raddoppio bianconero.

bologna juventus

Le note positive

Da sottolineare in maniera positiva lo spirito di squadra, che non ha mai mollato e cercato di raddrizzare la partita fino all’ultimo minuto. Di fatti il Bologna incarna perfettamente la figura del proprio allenatore. Non male anche gli ingressi dalla panchina dei baby classe ‘2001 Cangiano e Juwara. In particolare il gambiano ha propiziato le due ammonizioni che sono costate l’espulsione a Danilo.

Bologna Juventus, il VAR non ha convinto

Altro fattore rivedibile è stato l’uso del VAR, sul quale lo stesso Mihajlovic ha leggermente polemizzato. “Rigore? Ci sono sempre spinte in area, anche se loro marcavano sempre a zona – ha detto il tecnico del Bologna al termine del match a Sky Sport. Dovevo aspettare la Juve per avere un arbitro serio. Volevo Rocchi prima, anche se lo giudico positivamente“.

Mihajlovic ha centrato il punto focale della discussione. Il rigore c’è ed è stato giusto assegnarlo, perché la spinta di Denswil è netta. Il problema è l’uniformità di giudizio degli arbitri, che fin troppo spesso giudicano in maniera differente episodi analoghi. E siamo convinti che già nei prossimi giorni si genereranno nuove polemiche.

Intanto il Bologna si lecca le ferite e pensa già alla prossima sfida, quella di domenica a Genova contro la Sampdoria (ore 19.30, ndr). Resta il digiuno nei confronti della Juventus che dura ormai da 22 anni.

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.