Il Bologna vuole l’impresa contro la Juventus: Mihajlovic ha già un piano La prima al Dall'Ara senza pubblico, il ricordo di Gazzoni e le difficoltà di Sarri. I motivi danno speranza al Bologna contro la Juventus

Finalmente il conto alla rovescia è terminato. Il campionato di Serie A riparte anche per il Bologna. Al Dall’Ara arriva la prima della classe, quella Juventus reduce dalla sconfitta in Coppa Italia contro il Napoli. E proprio il momento non esaltante dei bianconeri consente ai felsinei di cullare sogni di successo.

Le possibilità di riuscire nell’impresa il Bologna le ha tutte. La squadra è pronta, allenata sapientemente da Sinisa Mihajlovic nel corpo e nella mente per reggere un tale impegno. A Bologna si respira aria d’impresa. Le motivazioni sono altissime. Si torna in campo dopo oltre tre mesi di lockdown al Dall’Ara che, per la prima volta nella storia dall’inaugurazione del 1927 (Italia-Spagna) resterà a porte chiuse. Inoltre i rossoblu ricorderanno il compianto ex presidente Gazzoni Frascara, scendendo in campo con la fascia nera al braccio.

Una gara che sa già di storia: il Bologna vuole fare l’impresa contro la Juventus

Motivazioni importanti, dicevamo, ma non solo. Ad ampliare le speranza di vittoria del Bologna è anche il momento no che sta vivendo la Juventus. I bianconeri hanno disputato due gare con più ombre che luci in Coppa Italia contro Milan e Napoli. Sarri è finito nel mirino della critica e i tifosi sono già in rivolta, chiedendone a gran voce l’esonero sui social. La confusione regna sovrana a casa della ‘Vecchia Signora’, con Pjanic e Cristiano Ronaldo in crisi, anche a causa delle difficoltà di adattamento agli schemi del tecnico.

Ecco perché il Bologna a questo punto inizia a credere all’impresa. Mihajlovic ha già studiato il modo per provare ad avere la meglio della Juve. Il tecnico serbo pare sia intenzionato a schierare la formazione con il 4-3-3 e non il suo consueto 4-2-3-1. L’idea è quella di schierare la squadra in campo in maniera speculare a quella di Sarri e annullare possibile vantaggi tattici.

bologna juventus

 

Le scelte di formazione

Per quanto riguarda la formazione ci sono ancora pochi dubbi da sciogliere. A sinistra giocherà Dijks e non Krejci, mentre a centrocampo al fianco di Medel potrebbe esserci Dominguez: l’argentino è al momento in vantaggio su Poli. A partire dal primo minuto saranno Orsolini, Soriano e Sansone, mentre davanti Barrow pare sia in vantaggio su Palacio. Le scelte di Maurizio Sarri, invece, saranno pressoché le stesse delle ultime due uscite: dubbio Pjanic-Ramsey. In attacco ci sarà il tridente composto da Costa, Dybala e Ronaldo.

Insomma, il Bologna ci crede. Ricominciare con un bel risultato proprio contro la Juventus darebbe morale a tutto l’ambiente dopo la crisi dovuta il Coronavirus. La spinta necessaria per continuare a credere nel sogno Europa League.

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.