Coronavirus Emilia-Romagna, nessun morto per la prima volta dal 26 febbraio! Bonaccini sicuro: "La strada giusta, piano piano ci rialzeremo"

Sono confortanti i dati dell’11 giugno in Emilia-Romagna, dove per la prima volta dall’inizio della pandemia, precisamente dal 26 febbraio, non si registra nessun nuovo decesso per Coronavirus. 

Rispetto alla giornata del dieci le positività sono 25, di cui 18 asintomatiche individuate tramite il consueto screening regionale. I tamponi sono stati circa 7.800, seguiti da 1.445 test sierologici.

Il bollettino è stato commentato, non senza gioia, da Stefano Bonaccini, presidente della Regione: “Una notizia come questa ci dà speranza, senza comunque cancellare i tre mesi di sofferenza, in particolare per chi ha perso familiari ed amici. Ci stiamo rialzando – ha detto – lavorando giorno dopo giorno con la guardia alta, perché il virus non è ancora sconfitto. Sono sicuro che ce la faremo”.

Intanto le nuove guarigioni sono 86. Ad oggi quasi l’80% dei contagiati è ormai guarito, mentre continua il calo dei casi attivi, cioè il numero dei malati effettivi che in totale sono 2000, in diminuzione di sessantuno unità rispetto al 10 giugno. Le persone in isolamento domiciliare sono complessivamente 1776. I guariti sono 21.803 in totale.

Come dicevamo per la prima volta dal 26 febbraio in Emilia-Romagna non si registrano decessi, che restano dunque 4.192.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che non si riferiscono alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.519 a Piacenza (+5), 3.586 a Parma (+6), 4.966 a Reggio Emilia (lo stesso numero di ieri), 3.929 a Modena (+1), 4.667 a Bologna (+8); 399 a Imola (nessun nuovo caso); 1.002 a Ferrara (nessun nuovo caso). I casi di positività in Romagna sono 4.927 (+5), di cui 1.033 a Ravenna (+2), 945 a Forlì (nessun nuovo caso),782 a Cesena (+1) e 2.167 a Rimini (+2).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.