Diretta Gol in chiaro, la proposta è realizzabile in Italia? L'idea del Ministro Spadafora che però non tiene conto delle differenze tra Serie A e Bundesliga

diretta gol

Una bella idea, certamente. Ma nei fatti difficilmente applicabile. È questo ciò che emerge da una prima analisi a freddo sulla proposta a sorpresa lanciata dal Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora: trasmettere il format “Diretta Gol” delle gare di Serie A in chiaro in TV.

Partite in chiaro? Molti mi chiedono di fare riferimento al modello tedesco. In Germania – ha detto Spadafora ai microfoni del Tg3, Sky ha trovato un accordo per cui c’è la Diretta Gol in chiaro, pur con le singole partite riservate agli abbonati, dovremo assolutamente pensarci anche in Italia così da evitare assembramenti di tifosi nei bar. Sono disponibile, se serve, a mettere nello stesso provvedimento della riapertura del campionato, anche questa cosa“.

Cos’è Diretta Gol?

Per chi non ne fosse a conoscenza, “Diretta Gol” è il format che la TV satellitare Sky utilizza ormai da anni per trasmettere tutte le gare in contemporanea. L’utente così può seguire più match, restando aggiornato in tempo reale su risultati, gol e azioni salienti di ogni partita. Di fatti “Diretta Gol” ha sostituito lo storico “Tutto il Calcio Minuto per Minuto” di Radio Rai, rivoluzionando il modo di vedere il pallone in TV.

E dunque non c’è che dire, la proposta del Ministro dello Sport – a primo impatto – può risultare entusiasmante e da sottoscrivere al volo. Ma con qualche analisi leggermente più approfondita ci si rende conto di come la proposta in realtà non sia realizzabile in Italia.

diretta gol

Diretta Gol in chiaro, perché la proposta non è realizzabile in Italia?

Sono vari i fattori che non permettono la trasmissione di Diretta Gol in chiaro, e tutti vertono sullo stesso problema: l’Italia non è la Germania. Già, perché il Ministro dello Sport chiede di seguire il modello tedesco, ma non tiene conto tra le enormi differenze (anche in merito di decisioni politiche) che ci sono tra i due paesi. Come lui stesso conferma, il Governo tedesco ha trovato un accordo con Sky per la visione delle partite in contemporanea. Tradotto: la politica ha rimborsato la TV satellitare per le migliaia di abbonati in meno che in diritti in chiaro porteranno a Sky.

La domanda sorge spontanea: in Italia saremmo in grado di fare lo stesso? Appare difficile pensarlo, soprattutto considerando che dopo due mesi di lockdown ci sono ancora cittadini che attendono gli aiuti economici promessi dallo Stato, compresa la cassa integrazione.

Troppe partite in orari differenti

L’altro problema da affrontare è di fruibilità (e forse qui emergono le poche conoscenze del Ministro di come funzioni il calcio in Italia). Già, perché ormai da qualche anno Diretta Gol ha perso l’interesse del pubblico. Il motivo? Semplice, per avere più soldi dai diritti TV i club italiani hanno accettato di giocare in orario disparati, dando il via al famoso concetto del “calcio spezzatino“.

Basti pensare che attualmente Sky manda in onda Diretta Gol con solo due partite (quelle della domenica alle ore 15, ndr). E all’eventuale ripresa del campionato la situazione non sarebbe diversa. I vertici del calcio hanno infatti proposto tre orari per disputare le partite: 16.30, 18.30 e 21.

Detto delle perplessità di giocare in estate in pieno pomeriggio e che i 10 di Serie A match dovrebbero essere equamente divisi nei tre slot orari, il problema sarebbe analogo: converrebbe davvero trasmettere non più di 3 (al massimo 4) partite per ogni turno? Ciò non risolverebbe il problema degli assembramenti nei bar o nei locali posto dal Ministro dello Sport.

Come funziona Diretta Gol in Germania?

In Bundesliga la storia è ben diversa. I club non dipendono quasi totalmente dai diritti TV. I ricavi da stadio e il merchandising permettono un sostenimento diverso alle varie società, che così non sono state mai costrette a sottostare alla volontà delle pay tv per gli orari dei match. In Germania, infatti, ad ogni turno vengono trasmesse almeno 4 o addirittura 5 partite in contemporanea con Diretta Gol, dando un senso anche allo stesso programma televisivo.

In conclusione non si può negare che la proposta di Spadafora sia intrigante, ma allo stesso tempo genera perplessità. Il Governo ha la forza (economica) per sostenere la proposta del Ministro dello Sport? La situazione del Paese, in tutta onestà, ci darebbe già la risposta.

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.