Ordigno bellico ritrovato a Bologna: tutte le info utili dal Comune

Ordigno bellico ritrovato a Bologna: tutte le info utili dal Comune

E’ stato ritrovato un ordigno bellico all’incrocio tra via Zanardi e Bovi Campeggi. Di per sé, non una notizia sconvolgente: il problema è infatti che si trova in un cattivo stato di conservazione. L’artefatto risale difatti alla seconda guerra mondiale ed è stato scovato vicino al sottopasso ferroviario in una proprietà privata.

Subito sono iniziate le operazioni di messa in sicurezza: domenica 8 aprile, poi, sono finalmente previste le operazioni di disinnesco. Che inizieranno alle 8.30 e proseguiranno per ore, fino alla totale eliminazione del problema. In che modo procederanno? Con il dispolettamento sul luogo salvo quindi portarlo nella cava ‘I Laghi’ a Pianoro, lì dove chiuderanno la faccenda con il brillamento.

Ovviamente, ci sono delle conseguenze per gli oltre 9mila residenti interessati dall’azione: già mobilitata parte della squadra della Polizia Municipale che in divisa distribuirà a tutti gli abitanti di quella zona il piano di sicurezza e raccoglierà eventuali disagi, soprattutto quelli degli anziani. L’allontanamento durerà solo una giornata, e tutte le persone che vi si ritrovano in un raggio di 800 metri sono tenute ad abbandonare la propria casa fino alla totale messa in sicurezza.

Già pronti i nuovi punti di accoglienza: saranno sei in totale, tre nel quartiere Navile e altrettante nel Porto-Saragozza. Dalle ore 7 di domenica 8 aprile fino a nuovi ordini, ‘Casa Gialla’, ‘Monanari’ e ‘Katia Bertasi’ saranno i centri sociali aperti in Navile. Il primo si trova in piazza Da Verrazzano 1/3; il secondo in via di Saliceto 3/21; il terzo in via Fioravanti 22.

Dall’altra parte, è disponibile un’ampia sala della Chiesa di Santa Maria delle Grazie in San Pio V (via Ambrosini 1), quindi un’ala della casa di riposo delle ‘Piccole Sorelle dei Poveri’ in via Emilia Ponente 4, infine alcune delle Aule universitarie del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione a via Azzo Gardino 23.

APPRFONDIMENTI  Bologna Calcio, tra calciomercato e la sfida col Napoli

Riguardo alle vie interessate dal problema, ecco un elenco già stilato dal Comune: Azzo Gardino, Battistelli, Lodovico Berti, della Beverara, Boldrini, Bovi Campeggi, Brugnoli, John Cage, Cairoli, Calori, De’ Carracci, Casarini, Cervellati, Cipriani, de’ Crescenzi, De Liuzzi, Dolfi, Ercolani, Fantin, Fioravanti, della Ghisiliera, Graziano, Inviti, Lame, piazza Liber Paradisus, Malvasia, Marco Polo, Masina, Menarini, Milazzo, Don Minzoni, Parmeggiani, piazzetta Pasolini, viale Pietramellara, San Pio V, del Porto, Ranuzzi, del Rondone, fratelli Rosselli, Pellegrino Rossi, Rusconi, dello Scalo, piazza VII novembre 1944, viale Silvani, Svampa, Tanari, Zanardi, Zurlini.

Per richiedere informazioni e assistenza, a disposizione ci sarà il centralino del Quartiere Porto Saragozza (numeri: 051 2197188 e 051 525847), attivo nei giorni dispari dalle 9 alle 13 e martedì e giovedì dalle 9 alle 18. Dal 5 al 7 aprile sarà attivo anche il numero 051 2193298 dalle 8.15 alle 18.15.

Il Quartiere Navile è raggiungibile allo 051 7190701, nei giorni dispari dalle 8.15 alle 14 e martedì e giovedì dalle 8.15 alle 18. Cambierà qualcosa anche riguardo alla circolazione: sabato 7 aprile sarà aperta dalle 8 alle 15, mentre domenica ci sarà il blocco fino al termine delle operazioni. Stessa storia ovviamente per il servizio bus che passerà da quelle parti.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.