Bologna, la mappa cittadina delle compravendite di abitazioni

Compravendite di abitazioni a Bologna, +23,7% le transazioni nel 2016. Nel secondo semestre del 2016, secondo quanto emerge dalle rilevazioni dell’Ufficio Studi Gabetti, presso le agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi, il capoluogo bolognese ha confermato il trend positivo per il mercato residenziale.

Bologna, la mappa cittadina delle compravendite di abitazioni

La discesa delle quotazioni, -0,7% nel primo semestre del 2016 e -0,3% nel secondo, ha dato ulteriore stimolo al mercato. Bologna, aveva già segnato un andamento positivo nel 2014, registrando una variazione del +18,5%, per un totale di 4.321 transazioni, tendenza confermata anche nel 2015 grazie alle 4.502 transazioni (+4,2%). Nel 2016 il numero di transazioni è stato 5.568, +23,7% rispetto al 2015.

Un altro dato positivo, che contribuisce al maggiore dinamismo di mercato, è quello relativo alle tempistiche medie di vendita, in progressiva diminuzione. In media nel 2016 si sono attestati tra i 4 e i 5 mesi, ma secondo quanto emerge dalle agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi, si riscontrano anche tempi più brevi le migliori occasioni come rapporto qualità/prezzo.

Gli sconti in sede di chiusura delle trattative, nel 2016, sono stati mediamente intorno al 12%.

Compravendita abitazioni Bologna 2016

Guardando le diverse zone di Bologna, il Centro e il Centro Storico mantengono il loro appeal a livello di richieste, con una maggiore vivacità in termini di compravendite, in un contesto di quotazioni stabili per le soluzioni di tipologia economica e da ristrutturare, con lievi aumenti per gli immobili in buono /ottimo stato, di cui si riscontra scarsa offerta sul mercato.

Come commenta Giuseppe Albanese, titolare dell’Agenzia Gabetti Bologna Centro: “Nel secondo semestre del 2016 abbiamo registrato un volume di compravendite in crescita rispetto al semestre precedente, in un contesto dove l’offerta è rimasta sostanzialmente stabile. I tempi medi di vendita si attestano intorno ai 3-4 mesi, mentre gli sconti medi in sede di chiusura delle trattative sono stati del 8-10%. Le zone più ricercate dagli acquirenti risultano essere quelle in prossimità di via Santo Stefano e via Massimo D’Azeglio. Le caratteristiche di maggiore importanza si confermano la luminosità dell’appartamento, la presenza di balconi o terrazzi e dell’ascensore, oltre alla preferenza per i piani più alti. Il buono stato manutentivo dell’immobile è un elemento che contribuisce a determinare tempi di vendita più rapidi”.

APPRFONDIMENTI  Motori, mercato in crescita nel 2016. La top 10 delle auto piu vendute

Le zone del Centro Storico quali via Tribunale, Farini, Santo Stefano, Strada Maggiore, Piazza Maggiore, Piazza Minghetti e Piazza San Domenico hanno quotazioni intorno ai 3.300 – 3.600 € al mq per l’usato medio in buono stato, e a 3.500 – 3.800 in caso di soluzioni signorili, che arrivano fino a 4.300 € al mq per il signorile ristrutturato a nuovo nelle zone top.
Riscontrano una buona domanda anche le zone centrali di via Saragozza (2.100 – 2.500 € al mq per l’usato in buono stato a seconda delle tipologie) e S. Felice (2.000 – 2.300 € al mq per le stesse soluzioni).

La zona Mazzini ha mostrato valori in calo, rispetto al semestre precedente. Le quotazioni medie sono di 2.300 € al mq per l’usato medio in buono stato, che salgono a 2.600 € al mq nel caso di immobili signorili.

Come commenta Paolo Rossi, titolare delle Agenzie Grimaldi Bologna Centro e Mazzini: “Nel secondo semestre del 2016 abbiamo registrato, nel centro di Bologna, un volume di compravendite in crescita rispetto al semestre precedente. Le tipologie maggiormente richieste sono stati i trilocali e quadrilocali, per un budget di spesa medio di circa 160 – 180.000 € in zona Mazzini e 250 – 300.000 € in centro. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono state la presenza di balconi o terrazzi, a fronte di una scarsa offerta sul mercato di appartamenti con queste caratteristiche. Le zone più richieste risultano essere il centro e la fascia che va da piazza Maggiore verso i colli (centro sud). I tempi medi di vendita nelle zone più centrali e per appartamenti in linea con le richieste degli acquirenti risultano molto brevi, intorno a 1-2 mesi, mentre gli sconti in sede di chiusura delle trattative arrivano ad un massimo del 10%”.

APPRFONDIMENTI  Aspettativa di vita, Bologna oltre le medie nazionali ed europee

Quotazioni stabili in zona Andrea Costa e Funivia, che si attestano mediamente a 2.800 € al mq per l’usato di tipologia media in buone condizioni e a 3.000 € al mq in caso di immobili signorili. Il nuovo ristrutturato è intorno ai 3.300 € al mq per il medio e a 3.500 € al mq per il signorile.
In zona Barca siamo intorno ai 2.300 € al mq per l’usato medio in buone condizioni, mentre a Casteldebole ci attestiamo su una media di 2.500€ al mq.

La zona Zanardi-Arcoveggio-Carracci presenta quotazioni per le soluzioni usate, che si attestano intorno ai 1.700 € al mq nel caso di immobili di tipologia media in buono stato.

In zona Murri, siamo mediamente a 2.000 € al mq per l’usato di tipologia media in buone condizioni e a 2.700 € al mq in caso di immobili signorili. Il nuovo ristrutturato è intorno ai 2.400 € al mq per il medio e a 3.500 € al mq per il signorile.

In zona Santa Viola le quotazioni si attestano intorno ai 1.600€ al mq nel caso di immobili usati di tipologia economica in buono stato, mentre siamo a 1.800 € al mq per le soluzioni medie e a 2.300 € al mq per il signorile.

SOURCE: Elaborazione Ufficio Studi Gabetti su dati Agenzia del Territorio

Leave a Reply

Your email address will not be published.