Aspettativa di vita, Bologna oltre le medie nazionali ed europee

Aspettativa di vita, Bologna oltre le medie nazionali ed europee

Progresso della medicina, benessere e più attenzione agli stili di vita. Continua a crescere l’aspettativa di vita per i bolognesi, arrivata ormai a 81,1 anni per gli uomini e 85,3 anni per le donne. Valori tra i più elevati a livello nazionale ed europeo. Sono questi i dati emersi dall’ ultimo rapporto del dipartimento Programmazione del comune emiliano che fanno fieramente al triennio 2012-2014.  In quasi 35 anni, sotto le Due torri l’allungamento dell’aspettativa di vita è di 9,2 anni per i maschi e di 7,5 anni per le femmine. Secondo i parametri verificati a Bologna dagli statistici del Comune nel triennio 2012-2014, dato un contingente iniziale di 100.000 persone, ne morirebbe circa il 5% nei primi 58 anni e il 10% al compimento dei 66. Bisogna arrivare a 86 anni per aver ridotto la popolazione della meta’, mentre al compimento dei 90 anni sarebbero ancora in vita oltre 34.000 persone.

Se ad esempio nel 1994 il maggior numero dei decessi avveniva a 83 anni, nel 2014 il numero più elevato di morti si è verificato a 89 anni. L’età più frequente alla morte conferma la maggiore longevità femminile: 89 anni per le donne, 86-87 per gli uomini. Fino agli 80 anni, infatti, il numero dei decessi fra i maschi è quasi sempre più elevato rispetto alle donne. Negli anni, però, il divario tra la speranza di vita femminile e maschile si è ridotto e oggi è pari a 4,2 anni, mentre alla fine degli anni ‘80 si attestava sui sette anni. Rispetto al triennio 2009-2011 la speranza di vita dei bolognesi è aumentata di 0,7 anni per gli uomini e di quasi 0,3 anni per le donne, con una crescita però minore rispetto al passato. Guardando al lungo periodo, per gli uomini i guadagni più ampi sono stati ottenuti negli anni ‘90, per le donne negli anni ‘80.

Dati incoraggianti sull’aspettativa di vita dei cittadini, arrivano, a livello regionale anche dall’ ISTAT: nel 2065 la speranza di vita in Emilia-Romagna (che già oggi è superiore alla media nazionale ed europea) potrebbe raggiungere gli 87,2 anni per gli uomini e i 91,3 anni per le donne, con un guadagno di altri sei anni di vita per entrambi i sessi nei prossimi 50 anni. Nel dettaglio, in particolare nel Comune di Bologna tra il censimento del 1971 e il 2014 il numero dei residenti con più di 64 anni è aumentato di circa il 50% (da più di 66.300 a oltre 99.800). Mentre pero’ il numero dei residenti di eta’ tra i 65 e i 79 anni gia’ dagli anni ‘90 comincia a invertire il suo trend di crescita, continua invece ad aumentare il numero di anziani con 80 anni e più, passati tra il 1971 e il 2014 da circa 11.000 a oltre 35.000 persone. E con cibo e vini così a questi dati non viene certo difficile da credere, ai Bolognesi non li ammazza nessuno!

Leave a Reply

Your email address will not be published.