La riforma delle Carceri nel paese del Bengodi

La riforma delle Carceri nel paese del Bengodi

Tentato Suicidio Carcere PratelloSarà varato sabato il decreto di alleggerimento delle carceri. Lo ha confermato il guarda sigilli Cancellieri in un incontro ufficiale  coi prefetti. Il decreto prevede sia barriere all’entrata in carcere (i reati minori saranno scontati dai condannati ai lavori sociali o ai domiciliari) e barriere all’uscita (forse che chi andrà in carcere per motivi e reati gravi vi resterà più a lungo e avrà minori occasioni di uscirne grazie al sistema di reinserimento e rieducazione delle carceri???).

Questa riformetta da avanspettacolo, questo geniale colpo di teatro volto ad illudere le persone che l’attuale governo Letta sta facendo qualcosa (qualunque cosa) è come un bicchiere d’acqua gettato in mezzo ad un incendio.

Gli standard Europei saranno sicuramente soddisfatti da questo grandioso passo in avanti del sistema carcerario italiano, da anni, in alcuni dei casi più gravi, secondo solo a quelli del terzo mondo. Tanto come antipasto della riforma vera e propria che arriverà nel prossimo futuro questa basta e avanza, visto che poi per il resto per altri affari più urgenti come il lavoro si sta facendo ancor meno.

Usciranno dalle 3.000 alle 4.000 persone. Il totoscommese sui fortunati vincitori del  mega-sorteggione  di azienda Italia è aperto. In capo a tutti i favoriti ci saranno di certo i tanti politicanti e trafficoni dell’ultima  ora finiti nelle maglie della giustizia per caso fortuito. Seguiranno poi i ROM finiti dentro per violazione di domicilio e furto in appartamento. Una parte consistente saranno ragazzini beccati con qualche piantina di cannabis nell’orto di casa. Ultimi ma non meno importanti torneranno in libertà padri e madri di famiglia rimasti senza lavoro e condannati per furti nei supermercati, solo a partire da Natale però. Non sia mai che passi l’idea che questo governo è stato cattivo durante le festività cristiano democratiche.

APPRFONDIMENTI  Bologna, la mappa cittadina delle compravendite di abitazioni

Tutti saranno felici e soddisfatti, le streghe cattive saranno messe al rogo e le fiamme bruceranno alte accompagnandoci attraverso il buio italiano (tra i più profondi  che possiate trovare oggi in circolazione)  verso la luce del domani radioso che già si scorge. O forse sono altre fiamme che divampano in lontananza?!

Luca Brandetti

Leave a Reply

Your email address will not be published.