Giancarlo Gentilini, l’ultimo sceriffo della Lega Nord

Giancarlo Gentilini, l’ultimo sceriffo della Lega Nord

Giancarlo Gentilini

Treviso ‘delegalizzata’. Giovanni Manildo, candidato della coalizione del centrosinistra sostenuto da Partito Democratico, Sel e da alcune liste civiche, ha detronizzato lo sceriffo Giancarlo Gentilini, storico sindaco e simbolo della Lega Nord, sostenuto dal Centrodestra.

Giornata storica per la città veneta che si sveste dei vessilli verdi issati dal popolo leghista per oltre 20 anni. Amara la delusione dell’ex sindaco Gentilini, che in un’intervista rilasciata ai giornali locali annuncia il suo ritiro dalla politica e il de profundis del Carroccio: “Mi hanno buttato nel fango della sinistra. Gentilini adesso sparisce per sempre, ma anche la Lega Nord in generale è finita“.

I contrasti tra Bossi e Maroni non hanno certo aiutato il partito, che adesso deve ripartire con nuovi stimoli e nuovi obiettivi per riacquistare la fiducia dell’elettorato, come hanno sottolineato il governatore del Veneto Zaia e il vicesegratorio Salvini.

APPRFONDIMENTI  Movida a Bologna, i dati del boom commerciale

Leave a Reply

Your email address will not be published.