Bologna, bufera sul vigile accusato di razzismo. Indaga anche la Procura

Bologna, bufera sul vigile accusato di razzismo. Indaga anche la Procura

Bologna, bufera sul vigile accusato di razzismo. Indaga anche la ProcuraPubblicava su facebook post su interventi di polizia come lo sgombero di Rom (“Sgomberiamo qualche zingarello”) o i controlli nei confronti di senzatetto, conditi da commenti al limite della decenza. Prosegue la bufera mediatica e legale su un vigile urbano di Bologna accusato di razzismo. Il procuratore aggiunto della procura di Bologna Valter Giovannini ha aperto un fascicolo conoscitivo sul caso, inoltre il comune di Bologna e il comando dei vigili urbani hanno aperto un’indagine interna per valutare in modo equo il comportamento del dipendente.

E’ del tutto evidente l’intenzione di valutare e sanzionare in maniera equa ed esemplare tutto ciò che sarà accertato come riconducibile a censurabile comportamento del dipendenteNulla giustifica il comportamento dell’agente“, ha dichiarato Virginio Merola ai microfoni della Dire. Il sindaco di Bologna ha aggiunto che “è in corso un’indagine interna al comando della Polizia municipale ed è interessata al caso anche la Procura di Palazzo Trento Trieste. Si farà presto luce su quanto accaduto e verranno presi adeguati provvedimenti“.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.