Sondaggi Swg: Renzi batte Grillo

Sondaggi Swg: Renzi batte Grillo

Sondaggi Swg: Renzi batte GrilloL’arbitro non riesce a fischiare l’inizio della partita. E’ un po’ questa la situazione della politica attuale. Da una parte il Pdl che si rende disponibile ad un governissimo con l’odiato Pd, dall’altra Matteo Renzi che ribadisce “giocate.. ma sbrigatevi”, “state riscaldando i muscoli, ma non agite”. A quaranta giorni dalle elezioni non abbiamo la più pallida idea delle sorti del nostro Paese. Certo, da tempo la crisi ci ha colpito ma adesso viviamo davvero con preoccupazione lo scenario.

E’ come mettere in campo giocatori, pagati fior di denaro, e non utilizzarli. Però allo stadio la folla si fa sentire, acclama, si arrabbia. “Siamo impotenti”; i cittadini così rispondono. Economia, imprese, lavoratori, famiglie: priorità assolute, ma in che modo. Tornare al voto sarebbe davvero disastroso in termini di spesa pubblica.

Bersani corre come guardialinee avanti e indietro senza fermarsi, perciò l’arbitro non riesce a gestire la partita. A detta degli italiani (28 % Swg), Napolitano con l’equipe di “saggi” riuscirebbe ad apportare gli immediati aiuti al paese. Solo il 7 % ritiene che i saggi potrebbero facilitare i lavori del parlamento. Nelle “intenzioni di voto” degli italiani, al voto, ci sarebbe al momento il pareggio Pd – movimento 5 stelle. Ma Berlusconi continua a proclamare migliore di tutti il Pdl, che avrebbe la maggioranza sia alla Camera che al Senato. Fatto sta che ci troviamo in uno stadio con i cittadini fermi a guardare  cosa fanno i “giocatori”, che si preoccupano non tanto di mostrarsi decisi e consapevoli della partita che stanno “giocando”, bensì stanno facendo la figura di “giocatori” inesperti, che non desiderano il gioco diventi utile al fine di migliorare la vita dei loro “tifosi”, o meglio ipotetici tifosi, ormai senza fiducia.

Renzi potrebbe battere Grillo, ma in che modo? Tramite sondaggio? “Da sondaggio (Swg) Renzi arriva al 56%. A seguirlo, nella classifica dei leader politici più apprezzati, c’é Beppe Grillo (30%), che sorpassa il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, al 29 %. A distanza di 2 punti c’é poi Silvio Berlusconi (27%)”.

Simona Bonamassa

Leave a Reply

Your email address will not be published.