La morte annunciata dello scrittore Iain Banks

La morte annunciata dello scrittore Iain Banks

Iain Banks“Disarmante accettazione” si legge nelle pagine del romanzo “La fabbrica degli orrori”. Stile horror grottesco, cavallo di battaglia nella lunga lista delle pubblicazioni di Iain Banks, considerato, a partire dal 1954, uno dei più importanti scrittori britannici. Accettazione dell’odio e della follia del protagonista che compie gesti tremendi , senza pietà. E forse, senza pietà anche Iain Banks, ha annunciato la sua morte in diretta.

Banks, figlio di una pattinatrice professionale e di un ufficiale, viaggia molto, immagina dei mondi all’interno dei quali nascono personaggi assolutamente bizzarri, che vivono una normalità “apparente”.  Un male incurabile lo colpisce e decide di annunciarlo pubblicamente chiedendo alla fidanzata, che a breve sposerà, se vuole diventare “la sua vedova”. Tremenda come proposta di matrimonio ma l’amore non ha confini.

Ti alzi e guardi attraverso lo spioncino della grande porta di legno. Vedi la piazza avvolta dall’oscurità e distorta dalla lente. Vedi i gradini che salgono dal marciapiede, delimitati su entrambi i lati da una ringhiera. Vedi le macchine parcheggiate lungo la strada, e le sagome scure degli alberi al centro della piazza. La luce arancione dei lampioni si riflette sulla portiera dell’auto nell’istante in cui si spalanca. Scendono un uomo e una donna”. Sono Iain Banks e sua moglie, Adele Hartley, ma le loro strade si divideranno.

L’inesorabile destino attende lui, dall’altra parte lei è già pronta a piangere sul suo ultimo romanzo, in fase “terminale”.

Stefania Bonomassa

Leave a Reply

Your email address will not be published.