Umberto Bianconi: “Scendo a prendere il giornale”

Umberto Bianconi: “Scendo a prendere il giornale”

Umberto BianconiAncora nessuna notizia di Umberto Bianconi, 71 anni, pensionato, vive con la moglie ma sono separati.

Una mattina come tante, il 27 Marzo, si reca dal giornalaio, ultimo ad avere visto l’uomo, per non rientrare. I familiari sono molto preoccupati. La figlia Barbara lo cerca in tutti i luoghi che frequentava. Il quartiere Mazzini, Via Laura Bassi, zona di residenza dell’uomo, non aiuta a raccogliere dettagli su cosa sia accaduto. La C3 di Umberto Bianconi si trova in tutt’altro quartiere, vicino al fiume Reno, per la precisione in Via Speranza. A pochi passi dalla casa del fratello, che però non lo ha visto parcheggiare la C3. Forse l’uomo voleva fare visita al fratello ma poi qualcosa gli ha fatto cambiare idea.

La chiave della macchina viene ritrovata nel porta oggetti a fianco il posto di guida. Furto d’auto? E come facevano a sapere gli “eventuali ladri” dove abitasse il fratello. Poi perché non terminare il furto dell’auto? Il libretto di circolazione della macchina è ancora a casa del signor Bianconi. Come del resto anche altri documenti. Qualcosa è successo.

Umberto Bianconi ha lavorato tutta la vita nelle ferrovie dello stato, è una persona abitudinaria. Il tutto appare semplicemente come lo scendere a prendere il giornale alle 8 di mattina, ma perché portarsi dietro le chiavi della macchina senza libretto di circolazione? L’auto probabilmente non è arrivata al quartiere Reno guidata da Umberto Bianconi. Depistaggio? La famiglia attende notizie che speriamo arrivino quanto prima.

APPRFONDIMENTI  Bologna: boom di bar e ristoranti, ma 1 su 2 chiude

Leave a Reply

Your email address will not be published.