Pink Floyd, il 24 marzo la luna si fa scura

Pink Floyd, il 24 marzo la luna si fa scura

Pink Floyd 40 AnniIl 24 marzo 1973 si assisteva in Gran Bretagna allo sbarco sul lato oscuro della luna e questa domenica i Pink Floyd ed EMI music festeggeranno l’anniversario dei 40 anni dalla pubblicazione del primo album del gruppo.

Boom di vendite in U.K. e nel resto del modo: terzo posto tra i dischi più venduti di sempre, 741 settimane di permanenza nella classifica USA tra il ‘73-’88 per arrivare a 30 anni sommando quelle di stazionamento nelle chart inglesi.

Sono 42 minuti e 57 secondi di diario quelli che si ascoltano nel disco; suoni che portano in scena l’alienazione del tempo, la follia e la paura per le innovazioni tecnologiche che si stavano producendo. Eppure ancora oggi attuale, tanto che l’ultima versione del cd è stata pubblicata a settembre 2011 in quattro differenti versioni.

La copertina dell’album, ormai un’icona, fu disegnata da Storm Thorgerson e rappresenta un prisma triangolare rifrangente la luce; per i 40 anni sono stati realizzati 14 nuovi prismi svelati di giorno in giorno ai fan sul sito pinkfloyd.it mentre con quelli creati negli anni verrà creato un poster celebrativo in uscita domenica.

Lo stesso giorno è organizzato, sulla loro pagina web, uno speciale ascolto mondiale del disco durante il quale gli utenti sono invitati a condividere foto, emozioni e ricordi tramite Twitter: una grande luna luminosa campeggerà sul sito e all’aumentare dei tweet tornerà a mostrare il suo lato oscuro.

Lo sbarco ha inizio.

Giulia Sabattini

Leave a Reply

Your email address will not be published.