Jorge Mario Bergoglio, è già polemica su Papa Francesco I

Jorge Mario Bergoglio, è già polemica su Papa Francesco I

Non sono ancora trascorse 24 ore dalla famigerata fumata bianca che ha eletto neo- papa l’argentino Jorge Mario Bergoglio che è già polemica. Il nuovo Pontefice Francesco I sarebbe vecchio, in cattiva salute (ha un solo polmone), ferreo oppositore dei matrimoni gay, dell’aborto e, ciliegina sulla torta, è accusato di essere stato, a suo tempo, un collaboratore della dittatura militare in Argentina che lo avrebbe spinto al sequestro di due preti.

Erano  le 19 e 06 di ieri sera quando dal comignolo della Cappella Sistina fuoriusciva una fumata bianca, le campane di S. Pietro risuonavano all’impazzata e la piazza, gremita di gente che fissava la loggia centrale della Basilica in attesa di un nome, stava per esplodere dalla commozione: il conclave aveva deciso. Francesco I è il nuovo Pontefice, un papa “del popolo”. Ma a  distanza di poche ore la magia che aveva avvolto il cielo sopra S. Pietro sembra essere stata spazzata via dalle diverse polemiche che si diffondono alla velocità della luce dai social network, alla tv, ai giornali.

In primis a polemizzare l’Uaar (l’unione degli atei, agnostici e razionalisti) che ha sottolineato l’intransigenza dell’argentino e messo in guardia tutti coloro che si aspettano, da questo momento memorabile, una rivoluzione interna alla Chiesa: “Bergoglio è noto per la sua frugalità  ma ciò non significa che sia particolarmente aperto al mondo del terzo millennio”. I matrimoni omosessuali li ha definiti “progetto del demonio” e spesso si è spinto a indicare la scelta agli argentini alle elezioni, invitandoli a dire “no all’ateismo”, dicono in un comunicato.

Nel  corso della discussione del disegno di legge che avrebbe prefigurato la legalizzazione dei matrimoni gay, Bergoglio in effetti, pubblicò una lettera  di dissenso indirizzata a quattro monasteri di Buenos Aires in cui esortava a non essere ingenui in quanto non si trattava di una semplice lotta politica ma di un tentativo di distruggere un progetto di Dio.“ Questa è opera dell’invidia del Diavolo in grado di entrare con il suo peccato nel mondo nel tentativo di distruggere l’immagine di Dio, ovvero quella di uomo e di una donna il cui compito è quello di crescere, moltiplicarsi e dominare la Terra” , aggiungeva.

Marilena Felice

APPRFONDIMENTI  Bologna e lavoro, innovazione e quote rosa al top

Leave a Reply

Your email address will not be published.