Autobus gratuiti per tutti a Bologna: utopia a cinque stelle

Autobus gratuiti per tutti a Bologna: utopia a cinque stelle

Atc BolognaMarco Piazza, consigliere bolognese a 5 stelle propone “autobus gratuiti per tutti a Bologna”, specificando che comunque i soldi dovranno essere reperiti. “Con soli 7 euro al mese”, spostati sulla fiscalità generale. Sulla scia del modello Tallin, la sua prospettiva ecologica guarda alla capitale dell’Estonia che, tramite referendum, ha reso gratuito il servizio urbano. Precedentemente, Stati Uniti, Gran Bretagna, Spagna e Australia ne hanno dato lustro. Immediate le reazioni di democratici e centrodestra.

La vicesindaco Silvia Giannini, ogni giorno alle prese con un nuovo buco di bilancio, ha spiegato che occorrerebbero 60 milioni. Ulteriori cavilli sono la legge Burlando del ‘97, che stabilisce ‘ricavi da traffico’, la dismissione della Tper, attuale società di trasporti pubblici, e l’introito proveniente da una irrisoria maggiorazione applicabile alle tasse di iscrizione degli universitari, per attutire i costi.

FAVIA AL GRUPPO MISTO – Lo rende pubblico tramite Facebook: Giovanni Favia passerà al gruppo Misto, cogliendo l’invito di Andrea Defranceschi a mostrare coerenza. Dopo l’espulsione dal M5S e la candidatura con Ingroia, ora apre alla possibilità di rinviare le già annunciate dimissioni dal Consiglio Regionale, rimettendo nelle mani del capogruppo al Comune Massimo Bugani l’eventuale cambio di rotta.

Valentina De Felice

APPRFONDIMENTI  I Paperoni della Sanità: i medici emiliani con gli stipendi piu alti

One Response to "Autobus gratuiti per tutti a Bologna: utopia a cinque stelle"

  1. stella  2013/03/14 at 11:51

    magari io 7 euro al mese li pagherei volentieri. ottima proposta

Leave a Reply

Your email address will not be published.